Terni, tributo a Sergio Endrigo
è polemica per i soldi del Comune

TERNI - Acque agitate per il tributo a Sergio Endrigo che si terrà a Terni il 5 settembre con un concerto di Francesca Michelin. A finire nel mirino delle polemiche il contributo concesso dal Comune di Terni per l’organizzazione dell’evento: 10mila euro.



Un cifra balzata agli occhi di altri addetti ai lavori che hanno iniziato a mugugnare perché «tanti soldi per un solo evento non si vedevano più da anni» confida al Messaggero una fonte che vuole rimanere anonima. «No comment» taglia corto Michele Rossi, rappresentate dell’associazione Terni Città Futura a cui il Comune ha concesso il contributo per l’organizzazione dell’evento.



«Abbiamo creduto nel progetto» spiega l’assessore al turismo Daniela Tedeschi. Il finanziamento è stato approvato dalla giunta il 27 agosto su proposta degli assessori Giorgio Armillei (cultura) e Daniela Tedeschi. I 10 mila euro arrivano dal piano di marketing urbano del Puc 2. Soldi che il Comune ha deciso di spendere per promuovere Terni, anche in vista di altri importanti appuntamenti. «Il progetto presentato da Terni Città Futura ci ha convinti. Al di là della cifra - riprende la Tedeschi - il Comune ha fatto un investimento perché crede nell’iniziativa». Fatto sta che in periodi di vacche magre 10mila euro non sono facili da giustificare. «Abbiamo deciso di far fare il salto di qualità a questo evento - prosegue la Tedeschi - che ha riscosso sempre successo, ma dopo l’edizione dello scorso anno rischiava di scomparire. Piuttosto che polverizzare le risorse con una distribuzione a pioggia, preferiamo scegliere per valorizzare. Il tributo ad Endrigo, inoltre, sarà l’antipasto del settembre ternano, caratterizzato da eventi importanti come la notte bianca, One e il mondiale di tiro con l’arco»
Lunedì 31 Agosto 2015 - Ultimo aggiornamento: 16:04

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP