Negoziante di 80 anni picchiato e minacciato con il coltello

Ieri sera poco dopo le 20 la Polizia è intervenuta a Pescara in Via Aterno, a seguito di una segnalazione di rapina in corso in un negozio di alimentari. Poco prima, il proprietario del negozio, di anni 80, era stato rapinato del fondo cassa da 3 soggetti, due uomini ed una donna travisata con una sciarpa. La vittima, malgrado fosse inerme, veniva dapprima ferita con il grosso coltello alla mano, alla gola, ed allo zigomo, quindi minacciata alla gola con l’arma e successivamente scaraventata a terra e colpita con calci e pugni. L’uomo veniva successivamente trasportato in ospedale, ove gli veniva riconosciuta una prognosi di 7 giorni.

Durante le fasi dell’aggressione, il negozio veniva rovistato ed i rapinatori si impossessavano di circa 400 euro prima di darsi alla fuga. Nel frattempo alcuni passanti lanciavano l’allarme al pronto soccorso ed alle forze dell’ordine. I poliziotti della squadra volante riuscivano ad individuare la donna in fuga, poi identificata per C. D. di anni 35, originaria di Ortona, la quale veniva inseguita da un passante mentre brandiva ancora in mano il grosso coltello. La stessa veniva pertanto prontamente raggiunta dai poliziotti, immobilizzata e disarmata del coltello; la succesiva attività di perquisizione consentiva si rinvenire una parte della refurtiva (150 euro) e la sciarpa che aveva usato per travisarsi.

La donna, già pregiudicata per reati contro il patrimonio veniva pertanto tratta in arresto in flagranza di reato per rapina aggravata in concorso ed associata presso la casa circondariale di Chieti. Sono in corso accertamenti ed indagini di Polizia Giudiziaria a cura della Squadra Mobile per identificare i 2 complici.

 
Mercoled├Č 14 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP