Valanga a Campo Felice, trovati morti due sciatori romani. Un terzo in salvo

di Marcello Ianni
Tragedia a Campo Felice dove due sciatori romani travolti da una slavina sono morti: sarebbero stati spinti dalla violenza della valanga contro gli alberi. È stato un terzo sciatore, Amerigo Guerrazzi, 54 anni, impegnato con i due in un fuoripista, a chiamare i soccorsi. Lui, semisepolto sotto la neve, è stato raggiunto dai soccorritori e trasportato in ospedale. L'incidente è avvenuto nella località conosciuta come Anfiteatro.
 

Le due vittime sono Massimo Urbani, 58 anni e Massimo Franzè, 56 anni. Le famiglie sono state avvisate e alcuni parenti sono sul posto. I corpi dei due uomini sono stati recuperati e trasportati all'obitorio dell'ospedale dell'Aquila con elicottero partito dall'aeroporto aquilano di Preturo con l'equipaggio e i soccorritori del Cnsas (Corpo nazionale Soccorso Alpino). Urbani e Franzè erano appassionati di montagna e molto conosciuti in zona come esperti sciatori. Per lo sciatore ferito, arrivato in codice rosso all'ospedale de L'Aquila, l'allarme è stato ridimensionato dopo un primo esame dei sanitari in pronto soccorso. L'uomo, 57 anni, resta comunque ricoverato per politraumi.

L'area, tra i Comuni di Rocca di Cambio e Lucoli (L'Aquila), è poco distante dagli impianti sciistici di Campo Felice le cui piste non sono state interessate dalla valanga e sono costantemente monitorate. Nella zona c'è neve fresca, a seguito di un'abbondante nevicata notturna.

 
Domenica 4 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 05-02-2018 10:54

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-02-05 22:57:59
RIP Massimo
2018-02-05 22:51:06
Perché perché non potete stare zitti e lasciare Massimo in santa pace?era un amico mio ed ora non c'è più vergognatevi! !!!!!
2018-02-04 17:01:50
Che siamo su strada, sulla neve o in mare, sempre ci sono delle regole da rispettare. Questo eviterebbe molte morti e altresì non metterebbe a repentaglio la vita dei soccorritori a causa della spavalderia di molti.
2018-02-05 10:50:04
Sono perfettamente d'accordo. E' anche accaduto che comportamenti superficiali e vietati, come quello appunto di sciare fuori pista, abbiano causato vittime che non c'entravano nulla. Le regole sono fatte per essere rispettate, punto.
2018-02-04 13:25:32
Ma i carabinieri forestali dovrebbero elevare multe salate ai fuori pista.Quante ne hanno elevate in tutto il territorio n azionale????? Ai posteri l'ardua sentenza.
11
  • 825
QUICKMAP