Ruba gioielli a un anziano avvocato: domestica nei guai

Di lei si fidava, e così nel tempo era diventata una persona di famiglia, un'accoglienza che però sarebbe stata ricambiata con la sottrazione di diversi oggetti in oro custoditi all'interno di una cassetta di sicurezza. Vittima del furto di quattro bracciali, una catenina, un ciondolo, due collanine ed infine un paio di orecchini, merce in oro bianco e giallo, un noto e stimato legale, oggi in pensione, dell'Avvocatura dello Stato. A mettere a segno la sottrazione degli oggetti, la collaboratrice domestica, D.M. di 59 anni dell'Aquila, la quale non avrebbe perso tempo nel disfarsi del materiale prezioso rivenduto per ottenere in cambio denaro, recandosi presso due negozi della città, specializzati nella commercializzazione dei preziosi.

Ieri mattina, la donna, assistita dall’avvocato Patrizia D’Eramo ha patteggiato la condanna a 1 anno di reclusione, dopo aver ammesso fin dall’inizio, le proprie responsabilità e consegnato agli agenti della Squadra mobile dell’Aquila, parte della refurtiva. Stralciata invece la posizione degli altri indagati, (titolari di alcuni negozi di compro-oro, assistiti dall’avvocato Lanfranco Massimi) che hanno deciso di percorrere il rito ordinario. Bisognerà ora individuare un nuovo giudice visto che il rito del patteggiamento lo ha reso incompatibile nella definizione delle altre posizioni.
Marted├Č 10 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 10:33

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP