Carabiniere chiede del bagno, nel wc ci sono 34 pasticche di ecstasy. Scatta l'arresto

Il carabiniere chiede del bagno, non per una necessità ma perchè sospetta qualcosa. Infatti nel wc ci sono dosi di droga. E' successo ieri a Pescara dove i militari hanno arrestato in flagranza di reato Fabrizio M. 31enne pescarese. I carabinieri, che nei giorni precedenti avevano notato movimenti sospetti nei pressi dell’abitazione, alle prime ore della giornata hanno deciso di far scattare la perquisizione domiciliare del giovane, nel quartiere San Donato.

Gli investigatori hanno rinvenuto nella casa, dove il giovane viveva da solo, 10 grammi di cocaina in parte suddivisa in dosi, mannite, sostanza utilizzata per il taglio dello stupefacente e a 34 pasticche di ecstasy. Recuperare lo stupefacente però non è stato agevole poiché l'uomo, prima di aprire la porta di casa, aveva tentato di liberarsi della droga gettandolo nel wc. Il suo tentativo però è fallito grazie alla prontezza dei carabinieri, i quali nella loro attività di ricerca hanno anche trovato, nascosto sotto il letto, l’immancabile bilancino di precisione oltre ad altre 3 dosi di cocaina.

Il valore dello stupefacente sequestrato è di circa 1500 euro, ma di particolare rilievo appare l’attività per il rinvenimento di ecstasy, stupefacente sintetico di forte pericolosità, una volta molto in voga nelle discoteche e ora in leggero declino.
Gioved├Č 13 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP