Teramo, sfilano in tremila per la difesa dell'acqua del Gran Sasso

Circa 3.000 persone tra gente comune, bambini, donne, anziani, rappresentati delle istituzioni e tanti sindaci. Rappresentanti di associazioni, bandiere e striscioni di sindacati, movimenti d'opinione e politici: la manifestazione «Sull'acqua trasparente», organizzata dall'osservatorio indipendente per l'acqua del Gran Sasso, ha sorpreso a Teramo i suoi stessi organizzatori per la grande risposta di
partecipazione.

«Questo è il nostro più grande successo - ha detto Massimo Fraticelli, uno degli organizzatori -, oltre il fatto che la politica oggi ci sta guardando: hanno risposto i cittadini, quelli che dell'acqua sono i proprietari, che marciando con noi hanno voluto far sentire la loro voce, per ribadire che l'acqua non è di chi deve lucrarci, ma della comunità e dei territori». Il lungo serpentone di persone si è snodato dai giardini pubblici «Gambacorta» e poi lungo il corso principale, San Giorgio, per percorrere un altro tratto di strada centrale nel cuore della città fino a piazza Sant'Anna dove la manifestazione si è conclusa con gli interventi dal palco dei rappresentanti
del cartello di associazioni ambientaliste che ha messo su il corteo.
 
Sabato 11 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 20:05

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP