Enzo Vitale
BLOG ULTIME DAL CIELO di Enzo Vitale

Città della Scienza, dal corpo umano al Planetario in 3d: come nel film Viaggio allucinante

Cinquemila metri quadrati, tanto è lo spazio che serve al corpo umano per farsi ammirare. Un po' come nel film “Viaggio allucinante" di Richard Fleischer del lontano 1966. Ma stavolta, per  esplorarlo, non servirà una micronavetta in grado di affrontare i meandri di vene, arterie e capillari. Per comprenderne i suoi segreti basterà andare a Napoli dove è rinata una parte della Città della Scienza.


Come la Fenice è risorta dalle sue ceneri e ormai in pochi ci speravano, ma il complesso scientifico, dopo l'inaugurazione di sabato 4 marzo,  è diventato nuovamente il punto di riferimento culturale della città partenopea.

«Quattro anni fa eravamo morti, in nessun altro posto del mondo avrebbero avuto la forza di rialzarsi. C'è stata una solidarietà enorme, una grande raccolta fondi con il metodo del crowdfunding per 1,4 milioni. Ora l'obiettivo è rifare il resto del museo in tre anni». Lo ha detto Vincenzo Lipardi, segretario generale della Città della Scienza.


(Il trailer sul cielo e gli egizi)



NON SOLO IL CORPO UMANO, ANCHE IL COSMO IN 3D
E intanto dal domenica 19 marzo arriva un'altra importante novità. Stavolta il raggio d'azione si amplia: dal corpo umano, si passa alle stelle. Si tratta del nuovo Planetario 3D, il più avanzato del nostro Paese. Oltre a simulare il cielo stellato, il nuovo strumento didattico astronomico permetterà di assistere a spettacoli scientifici dedicati all’astrofisica, all’astronomia e alla tecnologia come mai si era visto prima. Per vedere show simili bisognava andare oltre confine, ma ora basta acquistare un biglietto e andare a Napoli. Sono in programma documentari sulle sonde robotiche che esplorano i corpi del Sistema Solare, il cielo all'epoca dei faraoni egizi, le avventure nel cosmo e anche un lungometraggio sui segreti della nostra stella: il Sole. Insomma un motivo in più per visitare, come dicono i napoletani, la città più bella del mondo.

MOSTRA: UOMO VIRTUALE, LA FISICA ESPLORA IL CORPO UMANO
Sempre in tema di mostre scientifiche, a cura dell'Infn (Istituto nazionale di Fisica nucleare), si inaugura mercoledì 22 marzo a Pisa, a Palazzo Blu, la mostra dal titolo Uomo Virtuale, la fisica esplora il corpo, un grande evento dedicato all’esplorazione del corpo umano e alle tecnologie che, nate dalla ricerca in fisica fondamentale,  hanno permesso di scrutare con occhi virtuali l’essere umano fotografandolo in immagini digitali che hanno cambiato per sempre la medicina. Si tratta di un percorso a tappe scandite dall’invenzione di tecnologie innovative sempre più sofisticate e precise: la tomografia computerizzata, la risonanza magnetica, i grandi acceleratori di particelle, le protesi artificiali, l’ecografia 4D…Veri e propri ‘telescopi’ e sonde per osservare dentro di noi i dettagli più nascosti, curare o anche sostituire parti del corpo con componenti artificiali.


enzo.vitale@ilmessaggero.it
Su Twitter @enzotvitale







  Lunedì 13 Marzo 2017, 13:33
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP