Aumento di tumori in Ciociaria,
il consigliere Quadrini lancia l'allarme

La sede della Asl di Frosinone
"I numeri purtroppo non dicono nulla di buono e fotografano una situazione della Ciociaria molto grave, alla quale bisogna mettere mano immediatamente per bonificare un territorio che da troppo tempo soffre per inquinamenti di diverso genere. I processi di bonifica vanno a rilento di rinvio in rinvio e questo non è possibile. Le autorità politiche competenti provinciali e regionali devono intervenire con soluzioni concrete per mettere in salvo la nostra Terra”. Lo dichiara il consigliere provinciale capogruppo di Forza Italia Gianluca Quadrini sulla scorta dei numeri che emergono da alcuni report epidemiologici regionali emerge che c’è un aumento delle malattie dell’apparato respiratorio del 26% per i residenti nelle zone interessate dalle discariche; aumento del 59% dell’incidenza dei casi di tumore alla vescica, così come risultano aumentati, tra le donne i casi di asma (+62%) e le malattie del sistema urinario (+27%). Non va meglio per le popolazioni residenti nelle aree interessate dai termovalorizzatori: le malattie dell’apparato respiratorio salgono del 26%; le malattie polmonari cronico ostruttive dell’86%. Aumenta anche l’ospedalizzazione dei bambini (0-14 anni) sempre per patologie respiratorie.”La mancata entrata in funzione –continua il capogruppo 
provinciale azzurro Quadrini- benché chiesta più volte del cosiddetto ‘Registro dei tumori’ contribuisce ulteriormente a rendere più frammentarie e disgregate le ricerche finora messe in campo per valutare l’impatto sulla salute delle persone delle emissioni, dei fumi e delle scorie prodotte dai processi azionati al fine di gestire il ciclo dei 
rifiuti solidi urbani”
Venerd├Č 17 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:39

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP