Fondi Miur per prevenire crolli dei solai nelle scuole del Frusinate
Capoluogo a bocca asciutta, è polemica

di Alessandro Redirossi
Indagini sui solai delle scuole per prevenire il rischio crolli: in Ciociaria ora arrivano 80mila euro dal Miur per Provincia e Comuni, che si aggiungono ai circa 430mila euro finanziati nel Frusinate con i provvedimenti del 2015.  
Il decreto del Ministero dell’Istruzione pubblicato a fine dicembre sulla Gazzetta ufficiale stabilisce infatti la ripartizione a livello nazionale di circa 7,6 milioni di euro aggiuntivi per le indagini sui solai scolastici, derivanti da residui ed economie rispetto agli interventi già finanziati nel 2015. Di questi  622mila euro sono andati al Lazio. E la provincia di Frosinone, con 85.243 euro, è il territorio provinciale con più finanziamenti a livello regionale dopo Roma (376mila euro). Gli 85mila euro del decreto Miur di dicembre permettono lo scorrimento della graduatoria del 2015. Allargando i finanziamenti per le indagini sui solai delle scuole anche ad altri 13 interventi che, per punteggio, erano stati esclusi due anni fa dai contributi. Quattro riguarderanno i locali della “Scuola Capoluogo” di San Vittore del Lazio (18mila euro totali); cinque istituti superiori gestiti dalla Provincia (circa 38mila euro per liceo classico di Sora, Alberghiero Buonarroti di Fiuggi, Magistrale e Agrario di Frosinone, succursale del liceo scientifico a Fiuggi); due l’Istituto comprensivo I di Anagni (11mila euro), uno la scuola elementare di Viticuso (7mila euro) e uno la materna di Villa Santo Stefano (7mila euro).
IL BILANCIO IN PROVINCIA
In totale dal 2015 il Miur ha messo sul piatto circa 40 milioni in tutta Italia per le indagini sui solai, con un bando rivolto agli enti locali che ha portato in totale Ciociaria finanziamenti per oltre 500mila euro. Le domande degli enti locali (Comuni e Provincia) sono state finanziate sulla base della graduatoria: a beneficiare dei fondi dopo l’ultimo decreto sono in totale 83 domande sulle 302 pervenute dalla provincia di Frosinone. Alle domande di finanziamento è stato assegnato, in ciascun territorio, un punteggio sulla base del bando. Per attribuire i punteggi sono stati valutati aspetti quali: l’anno di costruzione dell’edificio scolastico; la quota di cofinanziamento dell’indagine da parte del Comune o della Provincia; l’indice di rischio sismico; interventi o indagini nell’edificio negli ultimi 5 anni. I Comuni beneficiari dei maggiori finanziamenti dal 2015 sono stati Fiuggi (circa 70mila euro in totale) e Sora (circa 48mila euro).
POLEMICA A FROSINONE, PD ALL'ATTACCO
Nel capoluogo, Frosinone, il Pd punge l’amministrazione comunale. Dal bando del Miur del 2015, su circa 500mila euro arrivati in provincia, Frosinone ha ottenuto solo due finanziamenti, due anni fa (14mila euro in totale) per indagini diagnostiche sui solai (su circa 500mila euro arrivati in provincia) per l’elementare De Matthaeis e Polledrara. Restano esclusi dai fondi, in quanto indietro per punteggio nella graduatoria (dal 158esimo posto in poi) oltre 10 finanziamenti richiesti dal Comune capoluogo. Che non sono quindi rientrati nello scorrimento della graduatoria dell’ultimo decreto di ripartizione dei fondi di fine 2017. E, in base al dossier Ecosistema scuola 2017 di Legambiente, fra le città di Frosinone e Latina le indagini diagnostiche dei solai sono state realizzate solo sul 15% degli edifici scolastici.“L'Amministrazione comunale di Frosinone ancora una volta non coglie risultati, non avendo ottenuto neanche un finanziamento per le scuole cittadine di sua pertinenza – dice Antonella D’Emilia, vicesegrataria del circolo cittadino Pd e responsabile scuola – La sicurezza delle scuole deve essere la priorità. A quando le indagini diagnostiche sulle scuole frusinati?”. In una nota congiunta del circolo Pd, dei giovani Dem e del gruppo consiliare frusinate si rincara la dose: "Non ci sono più alibi per l'inerzia del Comune di Frosinone verso le scuole della città – si legge nella nota del Pd -. Sono diverse le amministrazioni comunali della provincia frusinate che hanno saputo ben progettare la richiesta e cogliere il finanziamento mentre al capoluogo, che avrebbe dovuto ottenere più risorse degli altri comuni per numero di istituti, non giungerà neanche un euro".

 
Marted├Č 9 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:38

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP