Frosinone, Salvatore operato a due tumori
torna a gestire la pista di kart a Pontecorvo

di Vincenzo Caramadre
“Sono stati meravigliosi, un grazie alle professor Santori e alla sua equipe: mi hanno ridato la vita”. A parlare è Salvatore Sdoia (nella foto), 68 anni a dicembre che, grazie a un complesso  intervento chirurgico a due tumori al pancreas e uno  al rene che gli ha comportato l’asportazione del pancreas, del duodeno, della colecisti, della milza e del  rene destro, è tornato a gestire la  pista di Go-kart di via Giardino dello Sport di Pontecorvo.
Un intervento di alta specializzazione portato a termine con successo dall’équipe di Chirurgia Generale diretta dal Prof. Roberto Santoro dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino.
“L’esito favorevole di questa eccezionale procedura è un esempio di eccellenza in sanità perché ha richiesto una gestione multidisciplinare di importanti problematiche postoperatorie. Un particolare ringraziamento – ha detto  il Prof. Roberto Santoro - al Centro di Rianimazione, che in collaborazione con Diabetologia, Nefrologia e Radiologia ha consentito al paziente di superare la fase critica fino a poter essere dimesso e tornare guarito alla propria attività”.
“Questa performance conferma che il polo ospedaliero di Cassino è ormai diventato un centro di riferimento per la chirurgia oncologica della nostra Provincia», questo il commento del commissario Straordinario Macchitella.
Mercoled├Č 11 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP