Montecassino, la fiaccola della pace
arriva in abbazia. Nel clou le cerimonie
in onore del Patrono d'Europa

di Elena Pittiglio
La fiaccola da ieri pomeriggio brilla sulla tomba del Patrono principale d’Europa. Dopo Cassino, il corteo composto da 150  atleti del Cus, accompagnati anche  da una delegazione di studenti pakistani, indiani  e vietnamiti che frequentano l’università di Cassino e del Lazio Meridionale, sono arrivati a Montecassino. A portare la torcia di San Benedetto che, dopo Roma, ha toccato nel suo viaggio Norcia, Bruxelles, Subiaco e Cassino, l’altleta del Cus Francesca Marotta.  Al termine della cerimonia, svoltasi nella Basilica Cattedrale,il  chiostro del Bramante ha fatto da cornice alla rievocazione dell’antico Actus Reverentiae da parte  del corteo storico Terra Sancti Benedicti. Oggi, giorno di San Benedetto, alle 10.30, ci sarà il solenne Pontificale a Montecassino presieduto dal cardinale Beniamino Stella, prefetto della Congregazione per il Clero, alla presenza di diverse autorità, tra cui, il governatore del Lazio Nicola Zingaretti. Nel pomeriggio i festeggiamenti si trasferiranno in città, dove nella chiesa Madre il vescovo Gerardo Antonazzo e l’arciabate Donato Ogliari concelebreranno la celebrazione eucaristica. Seguirà la processione per le vie della città con la reliquia del Santo Patrono. Al rientro verrà impartita la benedizione alla città e all’Europa. 
Luned├Č 20 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 20:34

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP