Omicidio di Emanuele Morganti,
venerdì l'udienza preliminare
Intanto cresce la mobilitazione

di Pierfederico Pernarella
Si avvicina la data dell'udienza preliminare per i quattro indagati accusati di aver inferto i colpi mortali a Emanuele Morganti, il giovane morto a seguito del pestaggio avvenuto nella piazza Regina Margherita di Alatri nella notte tra il 23 e il 24 marzo dello scorso anno.

Venerdì 16 febbraio, davanti al gup del Tribunale di Frosinone, compariranno Mario Castagnacci, 27 anni, Paolo Palmisani, 24, e Franco Castagnacci, 50, tutti di Alatri, e Michel Fortuna, 25, di Frosinone.  I quattro si trovano in carcere.

Le richieste di rinvio a giudizio, sulla base delle indagini condotte da carabinieri, sono state formulate dal pool di magistrati che ha coordinato l'inchiesta: il procuratore Giuseppe De Falco e i sostituti Adolfo Coletta e Vittorio Misiti. 

Vista la complessità delle indagini, con tutta probabilità, occorreranno diverse udienze per giungere a una decisione. In ogni caso si prospetta un processo in Corte d'Assise. Un ruolo importante nella ricostruzione processuale l'avrà certamente la relazione del medico legale. Gli imputati sono difesi dagli avvocati Angelo Bucci e Massimiliano Carbone per Mario Castagnacci e Palmisani, Bruno Giosuè Naso per Fortuna, Marilena Colagiacomo per Franco Castagnacci. 

Intanto però cresce la mobilitazione. In diversi punti di Alatri, ma anche del capoluogo, sono comparsi manifesti che invitano alla mobilitazione in vista dell'udienza preliminare di venerdì. 
Mercoled├Č 14 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:17

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP