Prima domenica ecologica, poche sanzioni

NEL CAPOLUOGO
A fronte di oltre un centinaio di controlli sono stati elevati solo 16 sanzioni. Questo il bilancio della prima domenica ecologica stagionale nel capoluogo. Lo stop alle auto, partito alle 8, è terminato alle 18. Il personale impiegato dalla Polizia locale del comandante Donato Mauro (la metà dell'intera dotazione operativa dei vigili) ha effettuato un numero complessivo di 108 controlli, sia dinamici che mediante posti di blocco, che si sono tradotti nella verbalizzazione di 16 sanzioni. «La maggior parte dei trasgressori - precisa il Comune - è risultata essere non residente nel capoluogo». Intanto nella giornata di sabato il Comune di Ceccano (anche qui ieri c'è stato lo stop alle auto) per il secondo giorno di fila, ha sforato i limiti di legge. La centralina di Frosinone Scalo è fuori uso da alcuni giorni, ma è verosimile presupporre, in linea con i dati di questi anni, che è anche nella parte bassa del capoluogo i valori delle polveri sottili siano andati oltre la norma. Oggi si partirà anche con le targhe alterne de lunedì e del venerdì: dalle 09 alle 13 e dalle 14:30 alle 22:30, nella zona a traffico limitato, la circolazione è consentita soltanto ai veicoli con targa dispari. Potranno circolare i veicoli a basso impatto ambientale ovvero elettrici, ibridi, a metano, gpl e diesel dotati di filtro antiparticolato (fap). «La limitazione della circolazione stradale come - dichiara il sindaco Ottaviani - non rappresenta certamente la risoluzione del problema ma non aumenta l'incidenza del rischio delle polveri sottili sulla salute. Da due anni, caso unico nell'ambito dei capoluoghi dell'Italia centrale, tutta la flotta degli bus è composta da mezzi euro 5, euro 6 e a metano. Purtroppo, però, risulta ancora difficile cambiare le abitudini generali, che stentano a far decollare l'utilizzo del mezzo pubblico al posto dell'auto privata».
 
Lunedì 13 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 16:20
QUICKMAP