Fiumicino, Egates in aeroporto: venti secondi e superi il controllo passaporti

di Mauro Evangelisti
Avete il passaporto elettronico e forse neppure lo sapete: all'aeroporto di Fiumicino vi consentirà di risparmiare tempo ed evitare lo stress della partenza o degli arrivi.

Viaggi dal Leonardo da Vinci in paesi al di fuori dell'area Schengen? Il controllo passaporto è molto più semplice di quanto si pensi. In sintesi: prepari il passaporto (meglio se fuori dalla custodia), lo avvicini al lettore elettronico, il sistema apre il primo varco; subito dopo, grazie a una telecamera confronta il lineamenti del tuo viso con quello registrato nel microchip del documento e, tac, in pochi secondi, entri nell'area imbarchi (o esci, se sei appena tornato in Italia). Si chiamano Egates, l'aeroporto di Fiumicino tra gli scali italiani è stato il primo a installarne: 16 agli arrivi, 8 alle partenze, 8 ai transiti. Non c'è più l'interazione con l'agente della polizia di frontiera, salvo che qualcosa vada storto nella lettura dei tuoi dati. Domanda: ma se il mio passaporto non è elettronico? Calma, tutti quelli rilasciati dopo il 2006 lo sono e comunque basta verificare se nella copertina c'è il microchip. Devi comunque essere maggiorenne e cittadino europeo.

Il passaggio dall'Egates in genere si esaurisce in 20-25 secondi. Il primo prototipo al Leonardo Da Vinci fu installato nel nel 2014, grazie alla collaborazione tra Aeroporti di Roma, Ministero dell'Interno - Direzione Centrale dell'Immigrazione e Polizia delle Frontiere. Da allora circa 5 milioni di passeggeri hanno usato i varchi automatizzati nei due aeroporti della Capitale (ci sono anche a Ciampino). Anche questa innovazione ha contribuito alla conferma di un risultato importante per il Leonardo da Vinci, lo scalo gestito da Adr: anche nel primo trimestre 2017 Fiumicino è al primo posto tra i grandi aeroporti europei nel gradimento dei viaggiatori, con il record storico della valutazione complessiva,  4,34 punti (il massimo è 5). I viaggiatori hanno apprezzato soprattutto i controlli di security (per cortesia del personale, accuratezza e velocità) e il controllo passaporti. E qui si torna all'innovazione assicurata da 32 Egates. 






 
Giovedì 13 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 19-07-2017 15:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2017-07-14 18:58:47
e i cittadini non europei (inclusi americani, australiani, canadesi ...) devono fare dalle 2 alle 3 ore di fila perche' non ci sono abbastanza gabiotti della polizia
2017-07-16 14:03:15
a quelli che hanno messo il pollice in basso. ma voi pensate che cosi' attiriamo turisti (e soldi)?
2017-07-18 15:18:47
Il sistema è ottimo, se c'è la fila fai pazienza. Sono gli imbranati che al controllo rx bagaglio a mano, cinte braccialetti ed altro fanno un casino. Pare che non si sono mai mossi
2017-07-17 14:32:54
In partenza, il controllo passaporti è successivo ai varchi di sicurezza. Il tuo bagaglio a mano lo porti direttamente con te, attraversando l'egate
2017-07-16 21:25:34
Ok il controllo passaporto. Ma il resto ? Bagaglio a mano , oggetti personali ? "Tutto compreso" o fai comunque un'altra fila ?
5
  • 596
QUICKMAP