M5S, Grillo: «Nessun passo indietro». E Di Maio rilancia sui vitalizi: «Privilegio medievale»

«Quello con il M5s per me è un rapporto siamese, inscindibile, indissolubile. Come ogni membro della nostra comunità mi impegnerò finché avrò forza per il nostro Paese e per il M5s e invito ognuno di voi a fare altrettanto. Da qui alle politiche nessuno può permettersi passi indietro. Avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza, tutto il nostro entusiasmo e tutta la nostra forza». Così Beppe Grillo sul suo blog, dove smentisce alcune indiscrezioni di stampa su un uo possibile distacco dal Movimento. Grillo dunque esclude quindi l'intenzione di fare un passo indietro.
M5S intanto continua la sua abattaglia di opposizione: nei prossimi mesi che ci separano dalle elezioni «il Movimento concentrerà le sue forze sull' eliminazione dei vitalizi, un privilegio medievale e
incostituzionale», dice Luigi Di Maio annunciando l'intenzione del M5s di recarsi oggi alle 12 alla Ragioneria
dello Stato per «aiutarli» a redigere il parere richiesto dalla Commissione bilancio sui costi di erogazione e gestione: «È un mese che li aspettiamo, a che gioco giochiamo?».
Luned├Č 17 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 18-07-2017 09:22

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 8 commenti presenti
2017-07-17 13:46:54
Questo si che sarebbe un discorso serio e di civlltà , che al PD fa spudoratamente comodo tenere nel cassetto!
2017-07-17 12:45:21
Avrebbero dovuto battere continuamente, assiduamente sulla lotta ai privilegi, motivo per il quale il M5S era riuscito a mietere consensi. Poi si sono persi in stupidaggini che al popolo non interessano, e il tonfo l'hanno fatto con Roma, trabocchetto nel quale, da perfetti ingenui, sono cascati in pieno. Ora, avvicinandosi le elezioni, vogliono tirar fuori la vecchia arma, con la speranza che non si sia arrugginita...
2017-07-17 14:27:58
E Torino segue a ruota sigh!
8
  • 33
QUICKMAP