Bologna, evadono dopo pranzo con il Papa: caccia a due detenuti

Emozione per l'incontro con Papa Francesco o fuga pianificata? Di certo c'è solo che due detenuti sono evasi dopo il pranzo con il Pontefice, il primo ottobre scorso a Bologna. Gli uomini, italiani e già protagonisti di episodi del genere, facevano parte della comitiva di venti persone partita dalla casa di reclusione a custodia attenutata di Castelfranco Emilia, in provincia di Modena, per incontrare Bergoglio. Non è chiaro se a quell'incontro abbiano effettivamente partecipato, ma di sicuro sono riusciti a far perdere le loro tracce e non sono mai rientrati in carcere.

La casa di reclusione è composta da due sezioni: una per detenuti tossicodipendenti e l'altra per soggetti ritenuti socialmente pericolosi, come i fuggitivi. Le autorità hanno avviato degli accertamenti: è stata sentita la Curia di Bologna, che ha organizzato il pranzo a San Petronio, e sono partite le ricerche. Una volta rintracciati, i due fuggitivi dovranno ricominciare a scontare la pena accessoria, ripartendo dall'inizio nel loro percorso di reinserimento. 
Mercoledì 11 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-10-2017 08:14

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 90 commenti presenti
2017-10-11 14:25:52
Certe iniziative Don Bergoglio dovrebbe lasciarle perdere! E poi, possibile che debba sempre avere a che fare con i delinquenti? Le persone oneste non fanno notizia?
2017-10-11 13:11:59
Fantastico. Ma ogni tanto questo Papa la incontra qualche persona perbene? O mangia solo con i delinquenti?
2017-10-11 13:36:29
"non nuovi ad episodi del genere"..."soggetti ritenuti pericolosi" e li facciamo uscire? la colpa non è della curia, ma dell'organizzazione carceraria che ha scelto chi poteva partecipare...
2017-10-11 13:54:15
Spero che vadano a sbancare il Vaticano. Per tutta questa carità che paghino, per una volta, di persona. *** (; - BdV/Anchise .
2017-10-11 14:27:43
Hanno fruito dell'indulgenza papale.
90
  • 8,2 mila
QUICKMAP