La cartina geografica della vergogna: il libro di scuola della quinta elementare è pieno di errori

di Paola Treppo
Trova gli errori, o meglio, trova gli orrori. Sì, perché la cartina geografica di un libro che si trova su molti banchi di scuola del Friuli Venezia Giulia e anche d'Italia, è zeppa di errori a dir poco grossolani. Il libro si chiama “Everest. Sussidiario delle discipline" ed è per la 5° classe della scuola primaria; comprende storia e geografia; è in dotazione in molti istituti di tutta Italia ed è del Gruppo editoriale Raffaello. In testa alla copertina ci sono i nomi dei due autori.

A segnalarlo, postandolo  su Facebook, sdegnato, è stato il padre della bambina che lo sta studiando nel scuola del paese che frequenta, un piccolo centro della provincia di Udine. Oltre a fare essere il padre della bambina che si vede costretta a studiare su questo libro, l'uomo è anche un amministratore pubblico e vuole denunciare la situazione. Alcuni errori li segnala lui stesso, definendoli "orrori". Perché orrori lo sono, in effetti. E vien da chiedersi come mai questo testo sia finito in una scuola, e cosa mai possano imparare i ragazzi che lo studiano. 
 

Ecco gli errori trovati dal padre della giovane studentessa

1 - Al posto del fiume Natisone, a Cividale del Friuli (Udine), c’è il fiume Isonzo.
2 - Il Vipacco ora si chiama Timavo: «così, sul guinness dei primati, ora il Timavo non è più il fiume più corto del mondo», ironizza.
3 - Il fiume Isonzo non è tracciato a Gorizia: «suppongo che il fiume non ci sia più, stando alla cartina» 
4 - Le Prealpi Giulie non sono segnalate, al loro posto ci sono le Alpi Giulie. Quindi il monte Matajur o il monte Kolovrat fanno parte delle Alpi Giulie. 
5 - C'è scritto Pianura Veneta al posto di Pianura Friulana, esattamente sarebbe Pianura Veneto-Friulana
 
 


«Nel testo, inoltre, - spiega il papà  - c’è scritto che il Friuli Venezia Giulia è a statuto speciale anche per le minoranze linguistiche, sloveno e tedesco, ma si sono dimenticati il friulano. Secondo questo libro, poi "in pianura ci sono stalle moderne dove si allevano soprattutto suini" quando pensavo che in pianura ci fossero molte stalle per l'allevamento di bovini. C'è pure scritto che ci sono raffinerie di petrolio; potrei anche sbagliarmi, ma non mi risulta affatto».

Altri errori li abbiamo trovati noi, uno su tutti nella Destra Tagliamento: quello che tanti anni fa era l'invaso artificiale del Vajont è segnato come lago, mentre l'invaso e il "lago", segnati con un disegno celeste, non esistono più dopo la notissima tragedia. ​
Lunedì 13 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 15-11-2017 09:16

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 35 commenti presenti
2017-11-14 11:35:21
ed E' per "questo motivo" che ogni anno ci costringono a cambiare libri e comperarne di nuovi !!! Soltanto per DERUBARCI,con l'avallo dello Stato...di questa Repubblica delle Banane !!!!
2017-11-14 09:17:31
Che ti puoi aspettare da una ministra dell'istruzione (Fedeli) che ha appena la licenza media?
2017-11-14 12:16:19
Per oltre trent'anni ho insegnato alle scuole superiori e mi ha sempre colpito come i libri delle sezioni della Lingua, della Storia, della Geografia, venissero cambiati freneticamente ogni due o tre anni , anche contro la normativa, mentre le materie tecniche cambiavano molto di rado. Un'idea me la son fatta, ovvero i docenti, specie i precari, ammiccavano a questa o quella Casa Editrice raccomandata politicamente e NON alla qualità dei contenuti. Con le "riforme", poi, sono stati buttati alle ortiche i buoni Testi di Materie Tecniche, sostituiti da pubblicazioni vuote di contenuti e piene di belle foto colorate, ormai l'ignoranza è il bagaglio di chi si diploma in questa "buona scuola", la cui parola d'ordine è "tutti promossi, a prescindere dalla qualità e merito".
2017-11-14 11:34:45
Ma scusate, di cosa ci stiamo lamentando? Intanto, quei fenomeni del Ministero dell'Ignoranza, ogni anno (od hanno??) scolastico inzeppano le tracce (o traccie??) dei temi della maturità di orrori per i quali dovrebbero essere licenziati in tronco. La ministressa, ha (od à??) la terzammedia e dice di essersi "laurata" alla scuola (o squola??) della vita sindacalese e frequentando (frecuentando?) corsi di ecuiparazione (od equiparazione, od eqquiparazione. No, che sbadato, con due "q" è solo soqquadro) dei diplomi. Il sussidiario dato in pasto ai NOSTRI poveri bimbi è funzionale e perfettamente adeguato al progetto di sostituzione etnica in corso in Italia. Quelli che arrivano non devono sapere, e nemmeno gliene frega un tubo, di cos'è e di cosa sia stata la NOSTRA PATRIA. Ed i nostri figli neanche debbono sperlo. Vanno spiazzati, fuorviati e resi ignoranti, così da essere imbelli, pronti e predisposti, ad essere fagocitati dalla nuova razza padrona importata per volontà della finanza e di oltretevere/sboldra/coop. E' semplicissimo! C'è poco da indignarsi; bisognerebbe fare ben altro a difesa della Patria!
2017-11-14 09:44:46
oramai è il crollo totale.........
35
  • 1,8 mila
QUICKMAP