Migranti, Onu accusa Ue: «Patto con la Libia disumano»

La politica Ue di assistere le autorità libiche nell'intercettare i migranti nel Mediterraneo e riportarli nelle «terrificanti» prigioni in Libia «è disumana». Lo denuncia l'Alto commissario dell' Onu per i diritti umani Zeid Raad Al Hussein in un comunicato diffuso a Ginevra. «La sofferenza dei migranti detenuti in Libia è un oltraggio alla coscienza dell'umanità», è l'accusa durissima di al Hussein.

Gli osservatori dell'Onu in Libia «sono rimasti scioccati da ciò che hanno visto: migliaia di uomini denutriti e traumatizzati, donne e bambini ammassati gli uni sugli altri, rinchiusi dentro capannoni senza la possibilità di accedere ai servizi più basilari». È la denuncia dell'Alto Commissario dell' Onu per i diritti umani Zeid Raad Al Hussein che accusa «l'Ue e i suoi stati membri di non aver fatto nulla per ridurre gli abusi perpetrati sui migranti».

Un gruppo di avvocati europei impegnati nella difesa dei diritti umani ha denunciato il generale Khalifa Haftar al Tribunale dell'Aja per crimini di guerra e contro l'umanità. Lo annuncia un comunicato dell'organizzazione «Guernica 37 Ijc». Lo studio legale precisa di aver depositato un «rapporto d'indagine confidenziale» sull'uomo forte della Cirenaica e protagonista della crisi libica presso l'Ufficio del procuratore della Corte penale internazionale (Icc) con sede in Olanda.

I legali, che sottolineano di agire per conto di vittime del generale, rilanciano «accuse di crimini di guerra e contro l'umanità perpetrate da forze sotto il comando del maresciallo di campo Khalifa Belqasim Haftar», sottolinea la nota. «Guernica 37 International Justice Chambers», che almeno come risulta dal sito ww.g37internacional.com ha sede a Londra ed è associata ad analoghe entità a Madrid e Washington nell'ambito dell'associazione «Grupo Guernica», aggiunge che le accuse «includono, ma non sono limitate a, omicidio, tortura o trattamento disumano» e, fra l'altro, «distruzione di proprietà».

«Haftar sta usando le sue truppe e quelle di altri gruppi armati per consolidare la propria presa sul potere senza riguardo per gli effetti che ciò possa avere sul paese», sostengono gli avvocati sempre secondo il comunicato. Sui crimini di guerra commessi da «individui all'interno della catena di comando» del generale esistono «informazioni credibili, corroborate da prove di prima mano». «Centinaia se non migliaia di civili sono stati uccisi, torturati e sono stati scacciati dalle proprie abitazioni», sostengono ancora gli avvocati citando anche «testimoni» che avrebbero «visto membri della propria famiglia uccisi», che «sono stati imprigionati» e «torturati riportando lesioni che hanno cambiato le loro vite».

Il fatto che i crimini siano stati commessi da forze al comando di Haftar «sembra essere avallato da video» veicolati «su vari media sociali». Vi sono poi «dichiarazioni pubbliche» del generale e di sue milizie «che confermano il piano operativo di porre aree di Bengasi sotto assedio, di affamare gli abitanti, bombardare in maniera indiscriminata zone civili, arrestare in maniera arbitraria, torturare e giustiziare non-combattenti», si sostiene ancora nella nota. L'implicito riferimento è operazioni che Haftar ha presentato come una lotta contro jihadisti, il cui orientamento estremista e a volte terrorista è stato confermato anche da media autorevoli. Guernica 37, oltre ad annunciare che continuerà ad indagare su Haftar, sostiene che il generale si è rifiutato di collaborare con l'Icc dell'Aja nell'indagine in corso su Mahmoud Mustafa Busayf Al-Werfalli. Come hanno segnalato media libici la settimana scorsa, si tratta della morte di 36 persone i cui corpi sono stati rivenuti di recente a Bengasi.
Martedì 14 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 15-11-2017 13:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 110 commenti presenti
2017-11-16 21:26:53
ma chi si credono di essere questi dell'onu? Pretendono di imporre il terzo mondo in occidente. prendeteveli in casa voi, "umani"
2017-11-15 12:21:24
Avesse una volta risolto un conflitto,l'ONU.Sempre la NATO o gli USA sono dovuti intervenire.Un palazzo di vetro e basta.
2017-11-15 12:20:12
Cos'è l'ONU adesso?Un carrozzone ideologico e basta.Almeno una volta era dominato dagli USA e dall'Unione Sovietica.Ora è nelle mani dei paesi musulmani.
2017-11-15 11:10:53
Da ieri igli studiosi del nulla e gli ideologi del niente si sono presi per mano ed hanno cominciato a bombardarci con i loro elenchi di misfatti e con le loro dissertazioni commosse idiote e commosse. "i poveri migranti che cercano una vita migliore al centro di soprusi, di torture, di ingiustizie inenarrabili etc. etc." Queste le chiacchiere che ci vengono rovesciate addosso. I poveri migranti sono 4,5 miliardi di asiatici e 1,2 miliardi di africani per un totale di circa 6 mld. Ora, se solo il 10% decide di mettersi in viaggio per raggiungere uno dei paesi EU ( 508 milioni di abitanti GB inclusa, che proprio per non subire le suicide pressioni di Bruxelles ha deciso la Brexit ) si tratta sempre di circa 600 milioni. Se solo l'1% di quella massa di gente arrivasse in Italia sarebbero 60 milioni in grado di cancellare noi tutti che siamo appena l0 0,8% della popolazione mondiale, Un tale esodo sarebbe il totale annientamento di quello che nei secoli √® stato dai nostri padri costruito. A questo i cattocomunisti non fanno caso. A loro i ragionamenti iomprontati a logica, buonsenso e di elementare aritmetica fanno venire l'orticaria. Chi non vuol affrontare rischi di sevizie, di riduzione in schiavit√Ļ e quant'altro si limiti semplicemente a non partire. E da parte nostra, vist lo sconvolgente fenomeno in atto che pu√≤ determinare la fine dei nostri assetti, della nostra cultura, della nostra civilt√†, delle nostre democrazie tanto faticosamente costruite, della nostra arte, delle nostre tradizioni religiose, delle nostre abitudini, del nostro stato sociale, si provveda senza ulteriore indugio alla difesa delle frontiere ed al respingimento di chi pur vivendo in paesi potenzialmente ricchi ( basterebbero darsi da fare, ben amministrare, e liberarsi dei delinquenti che in rtanti paesi si sono insediati al potere. Israele √® l'esempio di un luogo pietroso che pu√≤ trasformarsi in terreno irriguo e fertile ), trova assai comodo, sempre con numerosa prole al seguito - in questo, e solo in questo, imbattibili - cercare di farsi campare dal contribuente europeo e in particolare da quello italiano visto lo sbracamento di cui √® responsabile la nostra inetta classe di goverso. I cattocomunisti mandiamoli presto a casa prima che con la loro sconsideratezza annientino noi tutti.
2017-11-15 08:08:44
L'ONU ormai è diventata un'associazione a delinquere finanziata dai musulmani...
110
  • 972
QUICKMAP