Amazon diffidata dall'Agcom: «È servizio postale, si adatti alla normativa del settore»

Il Consiglio dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha diffidato le società del gruppo Amazon, Amazon Italia Logistica, Amazon City Logistica a regolarizzare la propria posizione, con riferimento al possesso dei titoli abilitativi necessari per lo svolgimento di attività qualificabili come servizi postali. È quanto si legge in una nota della stessa Autorità. Il termine per l'ottemperanza alla diffida dell'Autorità è stato fissato in quindici giorni dalla ricezione dell'atto. In base alle informazioni e dagli elementi acquisiti, l'Autorità rileva che «il servizio di recapito ai destinatari dei prodotti acquistati sul cosiddetto marketplace, è offerto e gestito sul territorio nazionale da società riconducibili ad Amazon EU. A giudizio dell'Autorità, il servizio svolto da queste società, al pari di quelli svolti dai principali corrieri espresso utilizzati da Amazon, è qualificabile come servizio postale, in base alla normativa di settore (nazionale e dell'Ue).

In particolare, secondo quanto rilevato da Agcom, «è attività postale il servizio di consegna che ha ad oggetto prodotti offerti direttamente dai venditori e recapitati ai clienti finali attraverso società controllate da Amazon, nonché il servizio di recapito presso gli armadietti automatizzati (c.d. locker) svolto da società del gruppo Amazon». Il possesso del titolo comporta, per le società che svolgono attività postale, sottolinea l'Autorità, «il rispetto di vari obblighi, tra i quali l'essere in regola con le disposizioni in materia di condizioni di lavoro previste dalla legislazione nazionale e dalle contrattazioni collettive di lavoro di riferimento vigenti nel settore postale, l'essere in regola con gli obblighi contributivi per il personale dipendente impiegato e l'adozione della carta dei servizi nei confronti degli utenti».
Mercoledì 6 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 07-12-2017 19:05

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2017-12-06 14:24:54
Non mi attira difendere Amazon, che secondo me è una delle cause di perdita di lavoro per i piccoli commercianti italiani, ma devo rilevare che il Sistema Postale Italiano è arretrato e farragginoso, con prezzi insensati (una raccomandata di due fogli 15 €, un pacchettino 10-15 €), un recapito corrispondenza peggio del dopoguerra...
2017-12-06 19:33:11
Vediamo di fare andare via dall'Italia anche Amazon, mi raccomando. Poi non lamentatevi che si perdono migliaia di posti di lavoro e, soprattutto, non pensiate di mettere i licenziati a carico dei contribuenti, che il governo cambierà. Detto questo sono un affezionato cliente Amazon, compravo già quando era solo negli Usa, compro ora in Italia, in Uk ed in Germania. Dove mi conviene. Attendere un giorno in più non mi cambia nulla. Fate come credete. Posso dire che il servizio di Amazon é in genere ottimo e, seguendo le offerte, si possono concludere ottimi affari. Recentemente sono peggiorati i tempi di consegna, se richiesta come fermo posta presso gli uffici postali: comodissima per chi vive da solo. Per questo servizio, invece dei corrieri espresso, si affidano a poste italiane...
2017-12-06 18:12:46
Con Amazon la roba arriva, con Poste Italiane bisogna avere cu...fortuna
2017-12-06 18:17:20
E poi ci si meraviglia perche' in Italia non vengano molte multinazionali ad aprire battenti......
2017-12-06 19:34:10
Ad Ostia, noto quartiere del Burundi, dove -purtroppo- abito, il servizio di Poste Italiane è un incubo. Raccomandate recapitate dopo 10-15 giorni, posta spesso manomessa per "ispezionarne" il contenuto, Uffici Postali sempre stracolmi di utenti, impiegati scorbutici e, spesso, poco preparati, ecc, Amazon consegna in 24 ore e sempre in modo sicuro. E' chiaro che ciò cominci a dare fastidio..
17
  • 110
QUICKMAP