Trump, giudice federale blocca la decisione anti-Dreamer

La giustizia americana blocca temporaneamente la decisione dell'amministrazione Trump di mettere fine al programma che tutela i Dreamer, le 800.000 persone arrivate negli Stati Uniti da bambini con genitori immigrati illegali. Il giudice distrettuale William Alsup ha accolto la richiesta di fermare l'ordine di Trump sulla fine del Deferred Action for Childhood Arrivals almeno fino a quando le varie cause avviate non saranno risolte. Il programma, nelle intenzioni di Trump, dovrebbe chiudersi il prossimo 5 marzo.

La decisione della giustizia americana rappresenta un nuovo schiaffo al presidente americano sul fronte dell'immigrazione, lasciando di fatto in vigore le norme dell'era Obama fino a quando le azioni legali avviate non saranno risolte. E arriva mentre sono in corso le trattative per risolvere l'impasse sui Dreamer. Il primo incontro fra democratici e repubblicani si è tenuto nelle ultime ore e, secondo la Casa Bianca, è stato positivo. Il nodo da sciogliere è la volontà di Trump di legare il programma sui Dreamer al muro con il Messico, al quale i democratici si oppongono.
Mercoledì 10 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 11-01-2018 08:10

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-01-10 18:19:52
Egregio signor "solobuonsenso", in ogni paese democratico vi sono norme che limitano il potere esecutivo per impedire che il mandato popolare si trasformi nella "dittatura della maggioranza". Particolarmente nelle democrazie di stampo anglosassone, come gli USA , un sistema di "pesi e contrappesi" (checks and balances) previene qualsiasi prevaricazione dei diritti umani da parte del Congresso o della Casa Bianca. Questo fa la differenza tra i paesi civili e quelli democratici solo in apparenza.
2018-01-12 16:48:47
Oliver Conte parole sante. menomale che ci sono (alcun)i magistrati.
2018-01-12 16:55:24
sig Sapienone, le corti d'appello Usa (compresa quella del IX distretto) sono composte da giudici di nomina democratica e di nomina repubblicana. Inoltre negli Usa non esiste l'"estrema sinistra" come la chiami tu e Sallusti, casomai esiste la California "liberal" Ti ricordo che in tutti i sondaggi sia il Muslim Ban che la DACA non hanno la maggioranza delle opinioni favorevoli (persino tra i repubblicani). Saremmo noi i non informati?
2018-01-10 13:45:10
Dà consolazione la constatazione che non solo in Italia la "giustizia" può liberamente sostituirsi alla politica (c'è da chiedersi a cosa serve in democrazia la politica se qualcun'altro può impedirne l'azione).
2018-01-10 13:07:30
cominci a pensare alle sue dimissioni.....nessuno si opporra'
QUICKMAP