Ignazio Marino: «Sentenza politica sotto elezioni, queste accuse sono un’assurdità»

di Michela Allegri e Fabio Rossi
Esce dall’aula di tribunale senza rilasciare dichiarazioni. Cammina a passo svelto e alle cinque di pomeriggio abbandona piazzale Clodio e si barrica nello studio del suo avvocato a Prati, per mettere a punto una nuova strategia difensiva, in vista della battaglia in Cassazione. In serata, l’ex sindaco Ignazio Marino esce dallo studio del professore Enzo Musco, sale su un taxi e torna a casa. Alle 19,40, davanti all’edificio nel centro storico della Capitale dove abita, l’ultimo amaro commento, prima di chiudersi il...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 12 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 02:17

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-01-12 09:15:03
Ogni volta che questi ladri vengono "tanati" è una sentenza politica...
2018-01-12 09:59:14
ma che faccia tosta
2018-01-12 12:12:07
Sentenza politica sotto elezioni....ma il processo è iniziato da tempo, mi sembra. Ora, al di là della colpevolezza o meno di Marino, vorrei sapere perchè non è "politio" il rinvio a giudizio della Raggi. Sempre sotto elezioni stiamo, o no? Vale solo per i PD?
2018-01-12 05:29:49
Un Sindaco Un Sindaco Dimentico del mare, con l'altrui sospetto, me ne vò, con rispetto, ad interpretare cose che avvengono nel paese. Chi fu così cortese, da dire a proprie spese dov'era il corrotto? E rotto poi quel muro, che proteggeva il tutto, fu pugnalato a morte, denigrato così forte e messo alle porte da tutto l'apparato? O vittima, o capro espiatorio, e pur anche un po farsesco, lo snobbò anche Francesco. Chi ne parla male e chi lo difende. Ma mi offende, veder in tutta la questione, malaffare, inganni, mazzette a profusione. Certo che un dubbio t'assale: in tutta questa confusione, chi è che inzuppa nel minestrone?
2018-01-12 10:36:47
perchè le condanne di Berlusconi non erano politiche e ad orologeria?
5
  • 6
QUICKMAP