La missione che non c’è/ Sulla Capitale serve un patto, non barricate

di Mario Ajello
Roma balza al centro dell’attenzione nel duello Gentiloni-Raggi. E la polemica fa scintille. Non è che non si deve parlare di Roma. Ma si deve parlare “per” Roma. Cioè costruire progetti, pianificare percorsi, dare uno spessore, un senso, una missione alla Capitale e al ruolo generale che le spetta come cerniera della nazione e riassunto di ciò che è e vuole essere l’Italia.  A Roma il 4 marzo si vota ma non si vota per Roma. Invece bisognerebbe trasformare queste elezioni...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 13 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 00:21

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-01-13 11:21:53
A Roma servono le foto dei maiali in prima pagina. Gli articoli sui topi e le sui cassonetti pieni tutti i giorni.Non capisco come mai i turisti continuino a venire visto la situazione apocalittica che descrivete. Dai che ci riuscite a far calare il turismo.
1
  • 5
QUICKMAP