All'istituto Rosselli di Aprilia incontro finale dell'Erasmus

Viviana Bombonati dirigente scolastico dell'istituto Rosselli di Aprilia
di Dario Battisti
 La migliore gioventù europea si incontra al Rosselli di Aprilia. Da lunedì 20 e fino a giovedì 24 marzo  l'istituto istruzione superiore Carlo e Nello Rosselli di Aprilia accoglie delegazioni straniere formate da docenti e studenti di una scuola francese, di una spagnola e di una tedesca. L'attività di meeting transnazionale Progetto Erasmus + Azione chiave 2 “Aejo" "Approaching European Job Opportunities" raccoglie nella scuoa apriliana il Centro Integrado Politècnico di Tafalla di Navarra in Spagna, l'istituto tedesco Berufskolleg am Wasseturm (Bocholt) e il liceo francese Odilon Redon Lycèe Général et Technologique et Professional (Pauillac - Lesparre - Gironde) e rappresentanti dell'Associazione di Promozione Sociale Futuro Digitale di Roma.«Queste esperienze che vivono i ragazzi permettono a loro di incontrare culture, tradizioni e la conoscenze di un altro modo di fare scuola, Tra i docenti c'è uno scambio di “buona pratica” in modo da poter confrontare il proprio lavoro con quello effettuato dai colleghi delle altre nazionalità- sottolinea il dirigente scolastico dell'istituto Rosselli di Aprilia Viviana Bombonati-questo permette alla scuola di crescere, di aprirsi e di uscire dalla propria referenzialità. L'obiettivo di questi progetti europei è di fare in modo che le scuole e le loro attività si confrontino con altre realtà europee».

Gli studenti spagnoli, tedeschi e francesi saranno ospitati dalle famiglie degli alunni apriliani. Il gruppo oltre ad assistere alle lezioni avrà la possibilità di visitare Roma con un percorso che va dall'Arco di Costantino, Colosseo, Fori Imperiali, Fontana di Trevi, piazza Navona e San Pietro. In un'altra giornata le delegazioni e tutti gli studenti partecipanti al progetto si recheranno a visitare la ridente cittadina di Semoneta. «Questo progetto Erasmus ha cadenza biennale e si conclude con questo incontro di Aprilia. La tematica di questa edizione è inerente al mercato del lavoro a livello locale, regionale e nazionale - spiega la resposanbile del progetto e professoressa di inglese Ada Seguino- Progetti come l'Erasmus o l'ex Comenius rafforzano la sensazione che il concetto dell'Europa unita sia presente in modo profondo in diversi soggetti. In questa maniera si consolidano legami tra associazioni, mondo del lavoro, docenti e studenti che parlano di Europa e di integrazione che in un periodo come quello che attualmente stiamo attraversando trasmette linfa vitale a perchè questa Europa si realizzi»
Domenica 19 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:26

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP