Ius Soli, il sindaco di Latina aderisce allo sciopero della fame. Lbc: approvare il disegno di legge

Damiano Coletta (foto Andrea Apruzzese)
di Andrea Apruzzese
Il sindaco di Latina, Damiano Coletta, aderisce allo sciopero della fame a staffetta per lo ius soli. Ne da notizia Luigi Manconi del gruppo dei senatori del Pd, specificando che «le adesioni alla Campagna Non è mai troppo tardi superano le 1.300» e che «oggi partecipano al digiuno in 167», tra cui anche europarlamentari, scrittori, documentaristi, e, appunto, sindaci, come Damiano Coletta. Il digiuno di oggi segue la nota di ieri in cui il segretario di Latina Bene Comune, Pietro Gava, auspicava «l’approvazione del disegno di legge sullo ius soli temperato, o ius soli culturae, con cui 800mila persone, di cui 643mila nati nel nostro Paese e 166mila studenti nati all’estero, potranno avere la possibilità di diventare cittadini italiani».
Gioved├Č 12 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP