Uomo di Latina muore a 63 anni dopo due interventi chirurgici, mistero sul decesso

Un intervento dopo l’altro e un’infezione che gli è costata la vita. Una morte tutta da spiegare quella di Gaetano Procaccioli, 63 anni, del quale ieri sono stati celebrati i funerali a Latina. 

Il decesso è avvenuto nella notte tra lunedì e martedì a Roma, all’Ifo-Regina Elena, dove l’elettricista - molto noto in città e solito incontrarsi con gli amici al bar Valery, in pieno centro - era stato sottoposto già a una prima operazione. Le notizie sulla vicenda sono frammentate, ma da quanto si apprende l’intervento aveva portato a delle complicazioni e per questo Procaccioli era dovuto tornare in sala operatoria. Cosa che purtroppo non è servita perché la situazione si era aggravata a causa di un’infezione che, alla fine, ha causato il decesso per setticemia. Increduli i familiari.

Procaccioli lascia la moglie e due figlie - che stanno valutando se presentare una denuncia rispetto all’accaduto e comunque vogliono vederci chiaro - e i numerosi amici dell’uomo che anche attraverso i social network esprimono il loro sgomento per una perdita che al momento è avvolta nel mistero.


Sabato 15 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 01:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 50
QUICKMAP