Treia, accoltella i genitori nel sonno, il padre è grave. Disarmato dal fratello

I soccorsi
Un uomo di 39 anni, a quanto risulta affetto da disturbi psichici, ha ferito a coltellate la notte scorsa a Passo di Treia (Macerata) i genitori, dopo aver fatto irruzione nella loro camera da letto armato di un coltello da cucina. Grave il padre, di 68 anni, ferito alla gola, mentre la madre, una donna di 65 anni è stata colpita all'addome: nessuno dei due sarebbe però in pericolo di vita.

A disarmare l'aggressore, Augusto Fiastrelli, è stato il fratello, che dormiva nella stanza accanto ed è accorso dopo aver sentito le grida dei genitori. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e i carabinieri di Treia, oltre a una pattuglia dell'Arma di Macerata. Fermato il 39enne, che si sarebbe avventato sui familiari dopo essersi svegliato di soprassalto.

L'uomo è stato arrestato ed è piantonato nel reparto di Psichiatria dell'ospedale di Macerata con le accuse del tentato omicidio del padre, Ermanno, e di lesioni personali nei confronti della madre, Maria Ricci. I due coniugi sono ricoverati nello stesso nosocomio: Ermanno Fiastrelli in prognosi riservata, la moglie con lesioni giudicate guaribili in 15 giorni. A condurre l'inchiesta è la procura di Macerata. Ci vorrà probabilmente una perizia psichiatrica per capire cosa sia scattato nella mente di Augusto Fiastrelli, per accanirsi in quel modo sui genitori. Si sa che da tempo il 39enne soffriva di crisi depressive.
Giovedì 20 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 22-04-2017 08:11

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 136
QUICKMAP