Al Museo del Tessuto di Prato in mostra i costumi da Oscar di "Marie Antoinette"

di Gustavo Marco Cipolla
Se il popolo ha fame di moda, dategli pure una mostra con abiti da Oscar. Al Museo del Tessuto di Prato, dal prossimo 11 febbraio fino al 27 maggio, arriva l'esposizione "Maria Antonietta. I costumi di una regina da Oscar", percorso realizzato in collaborazione con la sartoria teatrale, cinematografica  e televisiva romana "The One" che per la pellicola "Marie Antoinette" di Sofia Cappola ha realizzato i look premiati ad Hollywood con l'ambita statuetta d'oro conquistata dalla costumista, eccellenza italiana nel mondo, Milena Canonero. Nel film dai colorati toni dramedy, una splendida Kirsten Dunst, tra vizi, eccessi, virtù di corte e dell'epoca veste i sontuosi panni della regina di Francia, in una trasposizione cinematografica che la rende quasi una fashion influencer di quel periodo.
 

Infinite e variopinte paia di scarpe, bustier aderentissimi, abiti dalle gonne ampie e ricamati con pizzi, merletti e cristalli. Poi i cappellini da passeggio con piume e paillettes che l'attrice ha indossato per le sue promenade in giardino sul set. Oltre venti le creazioni esposte, presenti anche le mise maschili del XVIII secolo, che con un allestimento site specific saranno visibili in modo scenografico nella Sala dei Tessuti antichi del museo toscano, volutamente accanto al percorso espositivo in corso "Il Capriccio e la Ragione. Eleganza del Settecento europeo", curato con il Museo Sibbert di Firenze e la Galleria degli Uffizi, che è un viaggio nella moda e nello stile settecenteschi con uno sguardo sincronico sull'evoluzione della storia del costume nel tempo.
Marted├Č 16 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 09:51

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP