Le signore degli anelli, uno per ogni dito: senza paura di esagerare

di Ughetta Di Carlo
L’ultima tendenza è riempirsi le dita di anelli. Una moltiplicazione che va da due a tre dita per mano o addirittura un anello per ciascun dito. A patto che abbiate una manicure perfetta ed unghie possibilmente laccate. Avvolgenti, lunghi, piccoli, chevalier (i cosidetti anelli sigillo da mignolo), persino snodabili. Si possono indossare coordinati o ognuno diverso dall’altro. Il mood è coprirsi di anelli, in oro o in argento con o senza pietre, ma diamanti e smeraldi sono sempre graditi.

«Una vera e propria ossessione» secondo Federica Tosi, stilista romana, vincitrice lo scorso anno del Premio Lancia (che premia i migliori designer contemporanei) per la nuova linea di abbigliamento e che da sempre disegna gioielli. Tra le sue proposte: stelle, foglie, spirali in diverse dimensioni e finiture che vanno dall’oro rosa all’oro giallo, dall’argento al nero con zirconi o brillanti.
 

C’è chi li preferisce grandi e vistosi, chi più piccoli e discreti, ma anche le più minimal, se modaiole, dovranno cedere e sbizzarrirsi nell’acquisto spasmodico di anelli. Si potrebbe anche cercare in qualche cassetto o vecchio cofanetto per recuperare qualche pezzo e tentare un abbinamento interessante. Proprio a caso meglio di no! E’ preferibile dare una sbirciatina alle mani delle celebrities o di qualche fashion addicted per prendere spunto. Da Emma Stone a Dakota Fanning passando per Rihanna, Beyoncè o Chiara Ferragni c’è da imparare. Cosi come dalle proposte di Valentino, Gucci, Dior o Elie Saab.

Le sorelle Paolillo, Marta e Vicky, jewelry designers romane, li propongono in set da dieci, tutti coordinati con diverse misure per adattarli alle dita, trasformandosi in gabbie. Coloratissimi per le più giovani o in oro, impreziositi da diamanti e con forme eccentriche, per le più facoltose.

Gli anelli sono gioielli e accessori che spesso possono fare la differenza in un look. Quelli più piccoli da falangi, i cosiddetti midi-rings, ormai di moda da qualche anno, possono dare un tocco di originalità in più alle mani e sicuramente possono far parte di questo gioco delle dita.
La creatività non ha limiti e così gli anelli dall’appeal appariscente e mai banale, aiutano ad esprimere la propria personalità. C’è chi raddoppia fino ad impreziosire le dita con due gioielli uniti da una catena. Si può giocare con le forme, i materiali, i colori: in voga le catene, le spirali, o le strutture attorcigliate. Argento e canna di fucile risultano i più venduti, per il costo e perché meglio si adattano ad un look più folk.

Non si può rinunciare ai knuckle rings, quelli che coprono la terza falange, ossia quella in prossimità del palmo, oppure costruiti in modo tale da allungarsi sul dito e assecondare il movimento delle articolazioni. O ancora si usano due anelli uguali o molto simili sullo stesso dito. Sbizzarritevi dunque senza paura di risultare volgari.

 
Domenica 7 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 11:22

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 57
QUICKMAP