Coachella, look hippie addio: bralette e sexy trasparenze sono la nuova tendenza

di Costanza Ignazzi

Corone di fiori addio, ora si fa «sul serio». Dal deserto di Indio, California, dove si creano (e poi si dettano) le tendenze della primavera, quest'anno non arriva il consueto eco hippie. Scomparse le maxigonne multicolore, quasi niente frange e bando totale per i copricapi floreali, indossati ormai solo da chi non tiene il passo con il forsennato mutare dei trend.
 
 


Le star, accorse a frotte al Coachella Music Festival per il consueto scatto all'ombra della ruota panoramica, hanno lasciato nell'armadio gli outfit da figlie dei fiori per virare decisamente su sensuali trasparenze e fantasie contemporanee. D'altra parte, se moda e musica sono la stessa cosa (Karl Lagerfeld dixit), nell'edizione che ha visto sul palco una Lady Gaga di pelle vestita il clima da That 70's show sembra aver ceduto il passo a un'edizione rivisitata de Il diavolo veste Prada.
 
ALLURE
Poche idee e un tantino confuse: glitter, vedo non vedo e una certa allure burlesque hanno segnato questa edizione della kermesse più amata dalle influencer, che sembrano aver pensato: «nel dubbio, spogliamoci». Non a caso le stelle incontrastate del Coachella 2017 sono state le modelle di Victoria's Secret, riconoscibili dal fisico perfetto e dall'abitudine di spostarsi in gruppo. La loro collega Kendall Jenner, che l'anno scorso era stata eletta personaggio di punta dei prati californiani, quest'anno ha degnato i fan di un unico ma prezioso scatto con abito trasparente che lascia ben poco all'immaginazione. Idem per l'«angelo» Sara Sampaio, che ha optato per un mini dress a rete con intimo nero in bella vista. Niente che non si possa imitare in spiaggia la prossima estate: per seguire la (nuova?) tendenza basta un semplice reggiseno di pizzo, accessorio adottato perfino dall'irriducibile hippie Vanessa Hudgens, che lo ha abbinato a kimono e cappello fedora, nonché dall'influencer Negin Mirsalehi, che lo ha declinato in versione bustino con micro shorts e gioielli importanti. I tessuti prediletti restano pizzo e crochet, sempre utili per strizzare almeno - l'occhio al boho chic, mentre la tendenza anni '90 continua ad aleggiare sul Festival nella forma di calze a rete e shorts a vita alta. In molte, per non sbagliare in tempi di trend incerti, hanno scelto il total white, come l'onnipresente Chiara Ferragni che ha stupito con un look Dior da ballerina moderna completo di tutù: scelta facile in stile Carrie Bradshaw per mettere tutti d'accordo.

MUST HAVE
Molto presenti anche due dei trend che hanno dominato l'anno appena trascorso e che, se è vero che a Coachella si decide ciò che indosseremo durante la bella stagione, potrebbero essere duri a morire: metallic e glitter. La cantante Lorde, nel dubbio, li ha scelti tutti per la sua performance: bustino dorato con micro paillettes e pantaloni argentati. Ai piedi un paio di Adidas per sdrammatizzare (cosa di cui in effetti si sentiva il bisogno). Ma l'outfit più chiacchierato è stato senza dubbio quello di Rihanna, che alla voce glitter sembra sapere decisamente il fatto suo: tuta intessuta di diamanti che, volendo, diventa un passamontagna per ladri molto chic, canotta con stampa Gucci e hot pants di jeans. Il tutto firmato da Alessandro Michele, per la modica cifra di oltre ottomila dollari. In un mondo fashion in continua evoluzione, un (altro) punto fermo sembra ormai l'ormai classica maglietta rock: Iron Maiden, Rolling Stones e, anche qui, niente di nuovo da segnalare.

GLI ACCESSORI
Le più estrose, come Alessandra Ambrosio, festivaliera talmente convinta da essersi portata dietro la figlia di 8 anni, non hanno rinunciato ai tatoo gold e a una pioggia di stelle sul viso: i bindi che l'anno scorso decoravano le fronti nel 2017 si sono trasformati in «lacrime» luminose sulle guance. In testa, a parte improponibili colori arcobaleni, le treccine e i mini chignon lanciati dalle icone del decennio passato. Ai piedi poche sneakers, malgrado svariate collezioni lanciate per l'occasione, e molti stivali da cowboy, forse l'unica certezza modaiola esplosa nel deserto.
costanza.ignazzi@ilmessaggero.it
 
Venerdì 21 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 22-04-2017 18:10

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-04-21 19:12:53
ma quando finisce questa immondizia di festival? e non se ne può più
2017-04-21 15:22:48
ecco bene! Quel periodo d'oro lasciatelo al passato
QUICKMAP