Alte (ma comode), quando le sneaker ci regalano centimetri in più

di Ughetta Di Carlo
«Chi bella vuole apparire un poco deve soffrire». Noi donne lo sappiamo bene, ma la moda a volte corre in nostro aiuto, questa volta con le sneakers platform per un giusto compromesso tra comodità e altezza. Indossare un bel paio di scarpe da ginnastica, senza rinunciare a qualche centimetro in più è possibile e persino cool. Sicuramente qualche uomo feticista avrà da ridire, ma l’ultimo trendy, nel mondo delle calzature, sono le scarpe da ginnastica con plateau. Facili da abbinare, sia con i jeans, benissimo con quelli svasati sopra la caviglia, molto di tendenza questa stagione, sia con una gonna lunga o un paio di shorts. Il tacco, si sa, slancia e fa sentire una donna più femminile, ma che tortura! C’è stato chi ha inventato la sneakers con il tacco, ma gli svantaggi erano gli stessi, poi sono arrivate le scarpe da ginnastica con la zeppa, non sempre gradevoli da vedere, e ora, più che mai, è il momento della para in gomma più spessa. Tra i designers, si sa, c’è chi estremizza e Gucci ha proposto addirittura le sneakers con altezze da capogiro: un maxi platform a righe bianche e nere o in versione arcobaleno, che si aggira sui 10cm cm di altezza, o per un’alternativa più soft intorno ai 7cm. Immancabile il dettaglio web blu e rosso per rendere inconfondibile questo modello ultra glam da 790 euro.
 

Uno stile che strizza l’occhio agli anni ’90 perché era il genere di calzature che indossavano le Spice Girl o le boy band come i Take That. Già da qualche stagione le platform sneakers hanno conquistato i piedi delle fashion addicted. Ora si cominciano ad apprezzare grazie alle versioni più aggraziate e mettibili proposte da diversi brand del lusso come Prada o Alexander McQueen che le ha proposte total white con inserto colorato o addirittura glitterato sul retro per un twist moderno adatto per i look da città e da mare. I marchi specializzati in sneakers come Superga, Puma e All Star ne hanno diversi modelli. Adidas ha lanciato l’edizione “bold” delle sue scarpe più storiche: la Supesrtar e la Stan Smith. I brand low cost hanno colto la tendenza e ne hanno prodotte di molto simili, anche a 20 euro. L’importante è indossarle e regalarsi giornate comode con look di tendenza!
Marted├Č 9 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 154
QUICKMAP