Gerini con Deneuve: «Se non ci fossero le avances maschili finirebbe il mondo»

Gerini (ansa)
di Gloria Satta
«Sì alle avance, espressione della libertà sessuale, no alla caccia alle streghe»: la lettera aperta, pubblicata dal quotidiano “Le Monde” e firmata da Catherine Deneuve e altre 100 artiste e intellettuali francesi, ha scatenato un putiferio. Il documento, interessante riflessione controcorrente rispetto alle iniziative anti-molestie fiorite dopo lo scandalo Weinstein, ha provocato la condanna perfino della Presidente della Camera Laura Boldrini: «Sono esterrefatta», ha detto, «una cosa...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 11 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 15-01-2018 19:10

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-01-14 16:06:19
adesso e' REATO ANCHE CORTEGGIARE una donna
2018-01-14 13:31:08
Difendiamo la libertà di importunare. Allora posso farlo anch'io: " ... Abbonaa! ... Abbonaaa!" Spero che abbia gradito!
2018-01-13 21:08:09
Semplicemente Grazie, detto poi da due donne e che donne! Nulla togliendo alla Gerini, ma la Deneve, bellissima oggi come quando aveva 20 anni... stupenda poi, vista la reale età! Che non è da tutte. Non so se rendo.
2018-01-11 18:44:08
possibile si litighi sul fraintendimento tra "provarci" e sconfinare oltre il cafone verso l' abuso o violenza?
2018-01-11 14:05:20
Le donne si dividono in "femmine" e "femministe". Le prime sono consapevoli della loro femminilità e del fatto che uomini e donne sono diversi e il "corteggiamento" fa parte del "gioco". Le seconde la loro femminilità la vogliono "per legge", non essendo in grado di gestire serenamente un rapporto uomo-donna.
11
  • 116
QUICKMAP