Vitalizi d’oro in Valle d’Aosta: versi uno, incassi il quintuplo

di Antonio Calitri
Inchieste penali e della Corte dei Conti, bilanci truccati, liquidazioni milionarie e migliaia di euro che spuntano dai cassetti. Benvenuti nei palazzi della politica della Valle d’Aosta. La regione più piccola d’Italia con meno di 130 mila abitanti (pari a un capoluogo di provincia come Latina) che grazie allo statuto speciale può vantare molti più soldi e autonomia delle altre regioni. Dove una parte importante di questi denari si spreca tra ristrutturazioni milionarie di un casinò che non attira...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 17 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 12:47

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2017-07-17 12:38:41
Assieme al non "vincolo di mandato", causa prima della nostra ingovernabilitĂ , gli statuti speciali, emessi per impedire, dopo la seconda guerra mondiale, il distacco dall'Italia di alcune regioni, sono stati l'altra grande corbelleria dei nostri "padri costituenti".
2017-07-17 12:21:13
ed io pago
2017-07-17 11:47:17
Regione a Statuto speciale. A carico degli altri italiani!
2017-07-17 11:42:45
.... ma la vogliamo far finita con queste regioni a statuto speciale? Roba ormai diventata di un ridicolo che invece di far ridere , fa incazz .......
2017-07-17 11:38:05
le regioni a stututo speciale andavano abolite da tempo invece di sperperare le tasse di chi le paga
15
  • 55
QUICKMAP