Vitalizi d’oro in Valle d’Aosta: versi uno, incassi il quintuplo

di Antonio Calitri
Inchieste penali e della Corte dei Conti, bilanci truccati, liquidazioni milionarie e migliaia di euro che spuntano dai cassetti. Benvenuti nei palazzi della politica della Valle d’Aosta. La regione più piccola d’Italia con meno di 130 mila abitanti (pari a un capoluogo di provincia come Latina) che grazie allo statuto speciale può vantare molti più soldi e autonomia delle altre regioni. Dove una parte importante di questi denari si spreca tra ristrutturazioni milionarie di un casinò che non attira...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Luned├Č 17 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 12:47

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2017-07-17 12:38:41
Assieme al non "vincolo di mandato", causa prima della nostra ingovernabilità, gli statuti speciali, emessi per impedire, dopo la seconda guerra mondiale, il distacco dall'Italia di alcune regioni, sono stati l'altra grande corbelleria dei nostri "padri costituenti".
2017-07-17 12:21:13
ed io pago
2017-07-17 11:47:17
Regione a Statuto speciale. A carico degli altri italiani!
2017-07-17 11:42:45
.... ma la vogliamo far finita con queste regioni a statuto speciale? Roba ormai diventata di un ridicolo che invece di far ridere , fa incazz .......
2017-07-17 11:38:05
le regioni a stututo speciale andavano abolite da tempo invece di sperperare le tasse di chi le paga
15
  • 55
QUICKMAP