Arezzo, furto di opere d'arte: arrestato un antiquario e denunciato un prete

Ha rubato a un avvocato tre quadri del '600, del valore di circa 90mila euro. Poi, ha consegnato le tele a un parroco, che le ha nascoste dopo averle pagate poche migliaia di euro. Per questo motivo un antiquario è finito in manette. Il sacerdote, invece, è stato denunciato insieme ad altre tre persone. E’ il bilancio di un'indagine condotta in provincia di Arezzo dai carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno e della stazione di Levane. L'inchiesta è scattata nel luglio dello scorso anno, quando a Città di Castello, in Umbria, un avvocato ha denunciato il furto delle opere d'arte e l'appropriazione indebita di un quarto quadro.

L'antiquario di Montevarchi, al quale il professionista si era rivolto per organizzare la vendita di una delle opere, è accusato di aver orchestrato il colpo e si trova ai domiciliari. Due complici sono stati denunciati per ricettazione e sono stati sottoposti all'obbligo di dimora. Il sacerdote, invece, è accusato di ricettazione: avrebbe acquistato i dipinti rubati.
Mercoled├Č 10 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 11-01-2018 08:57

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 36
QUICKMAP