«Armi e reazione rapida», incampo la nuova polizia anti-Isis

di Cristiana Mangani
Tempi di reazione più rapidi, intuizione, capacità di analisi: la polizia adegua il suo addestramento alla minaccia terroristica, e lo fa cambiando alcune regole, a cominciare da quella dell'uso delle armi. È di qualche giorno fa una circolare del Dipartimento di pubblica sicurezza del ministero dell'Interno, inviata ai sindacati, alle questure, agli ispettorati, e a tutti i reparti del corpo. Viene spiegato che «in relazione all'attuale scenario internazionale e alla costante minaccia terroristica si...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 13 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 20:00
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2017-11-13 15:36:21
dopo la figuraccia sul caso Omar, dove tre diconsi tre carabinieri che lo avevano individuato hanno rinunciato a intervenire in attesa di rinforzi (!!), il minimo che si possa chiedere al Ministero è un po' di sobrietà nei cominicati stampa.
2017-11-13 15:29:03
ma fino ad oggi a parte farvi accoltellare, menare insultare da ogni clandestino cosa facevate??.....belle statuine??....ricirdatevi della divisa di chi vi ha preceduto....di chi ci credeva davvero...
2017-11-13 18:09:47
Il problema e' che oggi il delinquente e' piu' tutelato di loro. Se ci sono agenti condannati per aver ferito o ucciso rapinatori, come puoi sperare che mostrino "troppo zelo" nel fare il loro lavoro ? Se a Igor (non Omar) i Carabinieri sparavano e NON sia mai lo ferivano, passavano molti piu' guai di quelli che passano adesso. italia
2017-11-14 12:40:11
allora, visto che - secondo Lei - in nessun caso possono adoperare le armi, tanto vale togliergliele e sostituirle con una fionda.
2017-11-13 14:10:04
Si, ma ai magistrati sinistrati che interpretano le leggi secondo la propria ideologia e grazie alla sconsiderata autonomia concessa loro (salvo poi nascondersi proprio dietro i codici, quando arrivano le critiche...) glielo avete spiegato per benino? No, dico, sennò se le forze dell'ordine fanno il proprio dovere e reagiscono come da consegne, gli agenti si ritrovano facilissimamente incriminati e magari a dover risarcire i terroristi.
9
  • 472
QUICKMAP