La guerra al Cnel: vietato l'ingresso al numero due

di Claudio Marincola
ROMA L'ultima richiesta del presidente Napoleone ha sorpreso persino il personale addetto alla sorveglianza: vietare l'ingresso al segretario generale Franco Massi. Al Cnel siamo ormai alla guerra dei Roses, alla rappresaglia. Oggi per evitare prove di forza all'entrata di Villa Lubin è stata richiesta una pattuglia di rinforzo dei carabinieri. Una coda ingloriosa per l'ente sopravvissuto al Referendum ma svuotato di rappresentanza e di competenze. Un'ente previsto dall'articolo 99 della Costituzione ma definito...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 20 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 21-03-2017 12:09
  • 22
QUICKMAP