Lecce, il fidanzato arrestato per l'omicidio di Noemi esce dalla caserma e rischia il linciaggio

Ha rischiato il linciaggio il 17enne reo confesso dell'omicidio della sedicenne Noemi Durini quando, poco fa, è uscito dalla sede della stazione carabinieri di Specchia dove è stato ascoltato per molte ore alla presenza del proprio difensore e del procuratore capo del tribunale dei minori Maria Cristina Rizzo. All'uscita il giovane si è reso protagonista di atteggiamenti irriguardosi e di sfida alzando la mano destra in segno di saluto alla gente che gli fischiava contro e lo apostrofava.
Giovedì 14 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 01:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-09-14 12:56:29
ma che paese é il nostro?
2017-09-14 10:06:36
trattatelo come un rifiuto
QUICKMAP