Mafia Capitale/Ma quella ferita vale più di venti milioni

di Carlo Nordio
La richiesta di risarcimento danni, che la Corte dei conti ha avanzato nei confronti degli amministratori coinvolti nell’inchiesta di Mafia Capitale, costituisce una novità importante e meritoria. Essa infatti tende ad affermare il principio che, al di là delle eventuali colpe penali e dei danni direttamente cagionati da un comportamento infedele, esistono delle lesioni di interessi collettivi di cui gli autori sopportano la responsabilità contabile: in altre parole, il dovere di pagare di tasca...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 20 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 00:19

© RIPRODUZIONE RISERVATA
QUICKMAP