Milano, perde foto alla stazione, è della mamma morta: ritrovata grazie ai social

di Veronica Cursi
Una foto sbiadita dal tempo, mamma e figlia abbracciate, il ricordo di una vacanza felice. Uno scatto finito sopra al cassonetto della spazzatura della stazione di Milano. Momenti persi che il tempo ha buttato via. Quella fotografia, che racconta una storia di amore Alice l'ha trovata lì: smarrita. E ha deciso di lanciare un appello su Facebook perché quel momento di vita torni in mano a chi l'ha vissuto. Ed è proprio grazie ai social che la proprietaria ha ritrovato quel ricordo prezioso: «Era il mio segnalibro - racconta Sofia commossa - l'ho perso a porta Venezia. Grazie mille, è stato davvero commovente».

La ragazza che aveva trovato la foto incastrata nella parete sopra un cestino della spazzatura aveva scritto sul suo profilo Facebook:  «Oggi, 11/09/2017, verso le 12.30, nella stazione di Porta Venezia a Milano, sul binario del passante S13 diretto a Pavia, ho trovato questa fotografia. Stava sopra un cestino della spazzatura e ritrae una mamma e la sua bambina, sul retro della foto una dedica commovente di questa madre alla figlia, dalla quale si può dedurre che questa bambina non c'è più. E una data: 25/09/2014. So per certo che a questa madre farebbe molto piacere riavere questa fotografia, quindi ci voglio provare così. Condividiamola, soprattutto amici che vivono a Milano e provincia. Sarebbe davvero molto bello che tornasse nelle mani di questa donna. Pensate a come si sentirebbe, a cosa significherebbe per lei. Ce l'ho qui in un cassetto, magari ci metteremo dei mesi a trovare questa persona, però secondo me ce la possiamo fare».
In poche ore il post era già stato condiviso da quasi 5 mila persone in tutta Italia da nord a sud. Ora questa figlia ha potuto riabbriacciare la mamma almeno nel ricordo.

 
Martedì 12 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2017 08:49

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-09-12 17:32:36
Ma l'articolo lo avete letto o no? Foto persa per sbaglio. In barba alla privacy 5000 persone (o cretini come li definite) hanno permesso alla proprietaria di ritrovarla. Foto che era usata come segnalibro. figuriamoci se voleva perderla...
2017-09-12 13:10:57
una follia, c'e' anche un problema di privacy, se si mettono foto di sconosciuti sui social network bisogna essere autorizzati
2017-09-12 12:41:00
Ma non vi passa per la mente che l'abbia gettata proprio la persona ritratta nella foto?
2017-09-12 10:09:54
5000 persone che non hanno meglio da fare. La morte della bambina è una supposizione e nel caso chi ha buttato la foto conosceva la donna
4
  • 1,7 mila
QUICKMAP