Palermo, tenta violenza sessuale su una bambina: fermato tunisino

Un tunisino Aidi Mourad, 26 anni, è stato fermato a Palermo dalla polizia con l'accusa di atti sessuali con una bimba di 11 anni. Le indagini sono scattate dopo che i genitori della piccola provenienti dall'Est Europa, hanno denunciato la scomparsa dell'undicenne. Dopo qualche ora la bambina è tornata a casa. E ha raccontato di essere stata molestata da un ragazzo tunisino parcheggiatore abusivo davanti a un supermercato cittadino, che l'aveva condotta tra i vagoni nella stazione di «Brancaccio» e lì avrebbe tentato di abusare di lei.

La bambina ha raccontato a un suo familiare che il 26enne extracomunitario in altre occasioni aveva tentato di baciarla contro la sua volontà. Le indagini, hanno permesso di risalire al giovane, che è stato bloccato dopo una fuga ed inseguimento proprio sopra i vagoni dei treni. Il giovane senza permesso di soggiorno è stato portato nel carcere del Pagliarelli.
Martedì 12 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2017 16:23

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 44 commenti presenti
2017-09-13 22:51:31
e anche oggi orde di deficienti e ingenuotti ad allungare le monete a questi squallidi personaggi senza dignità, giusto per incentivare ed amplificare il fenomeno dell'accattonaggio molesto
2017-09-13 14:05:31
Liberatelo subito, non voglio rischiare la mia pensione
2017-09-13 12:13:46
la colpa è anche dei genitori ma quando mai permettono ad una bambina, di questo si tratta ad andare in giro da sola soprattutto di questi tempi. e diciamola tutta sia per gli italiani (che non sono dei santi) che per gli stranieri, le donne vengono solo considerate degli oggetti da prendere per soddisfare le loro frustrazioni e perchè incapaci di qualsiasi rapporto civile con queste. altro che fare battute su risorse e quant'altro. sapete solo criticare certo un pò di autocritica non farebbe male
2017-09-13 08:10:24
vediamo in questi casi , cosa prevede la legge e a cosa sara' condannato ......... : mmmmmmhhhhhh !!!!!!!!
2017-09-13 11:07:35
Aveva solo bisogno di affetto, non si è nemmeno consumata la violenza (pare); a questo gli pagano da bere, una pacca sulla spalla e lo riavviano alla sua operosa ed utile attività.
44
  • 5,5 mila
QUICKMAP