Disumanità social/ La morte in diretta scatena i “like” ma non i soccorsi

di Maria Latella
Si chiama vetrinizzazione. È la vita traslata sui social media, la negazione di basici gesti di umanità perché cosa vuoi che conti il singolo individuo, quello che mi sta vicino, quando posso parlare a una platea di migliaia, di milioni? Vetrinizzazione. La vita in vetrina, la rintronata follia del collezionista di like, famoso per un attimo nel mondo virtuale dei clic. È una metastasi che toglie ogni umanità, ogni compassione. Hai uno smartphone tra le mani, sei una protesi dello strumento. Vivi...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Marted├Č 24 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 00:05

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP