Macerata, spari da auto in corsa, sei feriti: sono tutti di colore. Una vendetta per Pamela:
bloccato un uomo avvolto nel tricolore

Quando l'hanno fermato era avvolto in una bandiera tricolore. Luca Traini, 28 anni, incensurato e originario delle Marche, è l'uomo responsabile di aver seminato il panico nel centro di Macerata sparando da un'auto in corsa e ferendo 6 immigrati. Due di loro sono ricoverati in ospedale con riserva di prognosi e potrebbero essere operati a breve. Meno gravi le condizioni degli altri quattro i quali non è escluso che vengano dimessi a brevi.

Forse una vendetta per l'omicidio di Pamela Mastropietro, la ragazza romana uccisa, fatta a pezzi e chiusa in due valige, per cui è stato arrestato il nigeriano Innocent Oseghale.Tentato omicidio è il reato ipotizzato. Al momento la posizione del giovane è ancora al vaglio degli investigatori ma a suo carico dovrebbe essere formalizzato l'arresto.

Inseguito dai carabinieri Traini è sceso dall'auto, si è tolto il giubbetto, ha indossato una bandiera tricolore sulle spalle, salendo sui gradini del Monumento. Si è poi girato verso la piazza e ha fatto il saluto fascista:
«Viva l'Italia», avrebbe urlato. Poi sono arrivati i carabinieri e non ha opposto resistenza. A bordo dell'auto la pistola, una tuta mimetica, sul cruscotto piume bianche, appunti a penna e bottiglie d'acqua.

L'uomo avrebbe sparato anche contro la sede del Pd a Macerata. Lo conferma un tweet di Deborah Serracchiani: «Il folle che ha sparato su cittadini inermi e contro la sede del pdnetwork a Macerata è un esponente della Lega candidato alle comunali 2017». Chi come Salvini e Fedriga «fa l'occhiolino agli estremisti -incalza l'esponente dem- prenda immediatamente le distanze».

Il folle gesto sarebbe legato ad una vendetta per l'omicidio di Pamela Mastropietro, la ragazza romana uccisa, fatta a pezzi e chiusa in due valige, per cui è stato arrestato il nigeriano Innocent Oseghale.
I primi colpi sono partiti a un chilometro dalla casa dell'atroce delitto. A quanto sembra i feriti sarebbero tutti di nazionalità straniera. Subito soccorsi sono ora in ospedale.



Paura, apprensione e momenti di grande trepidazione. Atmosfera irreale in centro con gente barricata in casa e nei negozi, anche il sindaco aveva invitato i cittadini a non uscire: 
«C'è uno squilibrato che si aggira in città, non uscite per strada». L'allarme ora sembra essere rientrato.
 
 

Hanno provato «un grande senso di liberazione» i due carabinieri che hanno bloccato lo sparatore dopo il raid xenofobo a colpi di pistola per le vie di Macerata. Quando Traini ha cominciato a sparare sono stati inviati nelle strade del centro con i dispositivi di protezione e l'hanno intercettato. I loro nomi non vengono resi noti. «Abbiamo provato un grande senso di liberazione per la città e anche per noi - hanno detto subito dopo aver bloccato l'uomo - Siamo due genitori. È andata bene così».
Sabato 3 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 04-02-2018 09:52

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 264 commenti presenti
2018-02-04 20:19:12
Vedi Iolalola, se mi dici che i rivoluzionari, che si starebbero preparando dal '77, sono italiani (e pure piuttosto vecchiarelli allora), non mi agito più di tanto. Ma se per farlo si sono uniti ai giovani virgulti africani allora sì che mi preoccupo. Ma voi dovreste preoccuparvi ancora di più! *** (; - BdV/Anchise
2018-02-04 15:32:02
I (pochi) commentatori di sinistra sono come i loro politici, tutta prosopopea, disprezzo per le masse ignoranti e grottesca xenofilia. *** (; - BdV/Anchise
2018-02-04 17:57:39
i (pochi) commentatori di sinistra non usano alias per fare propaganda elettorale. E per quelli di destra non c'è solo disprezzo e prosopopea ma molto di più...
2018-02-04 20:03:53
ma io non mi riferivo certo a te, tu sei di una categoria speciale, sei una rivoluzionaria! E come diceva il Ché, "el deber de los revolucionarios es hacer la revoluciòn!". Uno che parlava, bisogna riconoscerlo, senza le convoluzioni intellettuali della sinistra odierna. *** (; - BdV/Anchise
2018-02-04 12:05:29
Piu' leggo commenti provenienti dalla popolaglia di ignoranti decerebrati,con dispiacere,italiani, piu' sostengo che, tolti e messi in condizione di non nuocere i criminali, e ce ne sono come in ogni gruppo umano, gli africani siano di gran lunga piu' umanamente piacevoli. Mi auguro un futuro con meno decerebrati e piu' persone che amano e rispettano la vita tutta in ogni sua forma.
264
  • 16 mila
QUICKMAP