Terremoto, un anno dopo: mandateci le vostre testimonianze

(Anthology)
Alle 3, 36 minuti e 32 secondi del 24 agosto 2016 una scossa di magnitudo 6.0 fa tremare tutto il centro Italia dando il via a un'importante attività sismica che due mesi dopo porta altre due potenti repliche (il 26 e il 30 ottobre). Il bilancio dei morti è altissimo: 299. I feriti portati in ospedale sono quasi 400. L'alta valle del Tronto, i paesi dei Monti Sibillini, dei Monti della Laga e dei Monti dell'Alto Aterno ne escono duramente colpiti. In alcuni casi distrutti. La città di Amatrice, quasi interamente rasa al suolo, è il simbolo del disastro.

Un anno dopo una parte delle macerie è stata rimossa, qualche attività ha tirato di nuovo su la saracinesca e qualche famiglia ha di nuovo una casa dove vivere. Ma la vera ripartenza è ancora lontana. I ricordi di quei drammatici giorni, le difficoltà ma anche le storie di speranza dei mesi successivi, la vita in questo anno e le aspettative per il futuro: scriveteci a unannodopo@ilmessaggero.it per raccontarci un aspetto, quello che volete, di questi 12 mesi trascorsi dalla tragedia. Pubblicheremo le vostre testimonianze perché i riflettori sulle zone terremotate non si spengano fin quando non torneranno ad essere com'erano prima del 24 agosto 2016.
Venerdì 4 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 06-08-2017 16:22

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2017-08-13 16:37:25
pruflas e pregato di scrivere in italiano non tutti conosciamo questa lingue,lo dico pure a chi publica non si offenda grazie.
2017-08-13 13:03:09
Evvai. Alla faccia del paese di cui finge di curarsi PIROZZI tenta l'ascesa politica. Manco Renzie se vede tanto in tv. "maa....er sugo lo sapemo fa solo ad amatrice e me propongo de esportà sto modello de curtura fino ar Tajh....Tain......TajiMahalll.........haaAAaOOOKK!". HAEW!....HAEW!.....HAEW!
2017-08-13 12:56:13
Se Pirozzi se arrabbia un po' de meno se addorme.
2017-08-13 12:55:25
Certo è strano. Dove c'è la solita politica nun se tiene in piedi gniente, manco i miti del bel tempo che fu. Però adesso, OCCHIO, c'è il sugo patrimonio dell'umanità. Ammazza che bucio. Ammazza che visione automatizzata di progresso. Aspetto chiamino Carlo Cracco che dica "Un posto dove posso sentirmi semplicemente Carlo. Però, a dirla tutta, anche sto Pirozzi, che ci aveva promesso che si sarebbe iscritto alle serali e che si esprime ancora come un Velociraptor. Cattiverie stile dem, lo so, e non sarò mai acido come l'originale stile Gruber O Viperella Mentana alla Cannella del gas ma a parte tutto però Pirozzi è curioso si accorga solo ORA di ciò che era lapalissiano persino alle caprette dell'appennino in attesa delle stalle, ovvero che li hanno presi per i fondelli. E' inutile girarci attorno. Le cose sono due. O ha l'occhio vispo del proteo di Frasassi o sto sindaco Pirozzi, vista la Fedeli, finge qualche protesta non troppo tagliente in modo da mettersi in vetrina tentando la scalata alla politica nazionale, dopo il successo del sugo della sagra all'Unesco. Qualcuno insomma ci guadagna e non è certo l'amatriciano né l'amatriciana ormai divenuto piatto simbolo di sventura. "Ma che m'hai preparato l'amatriciana prima dell' esame?!? ma lo sai che porta sfiga.........". La modernità avanza.
2017-08-13 10:59:17
"Maa se stamo a concentrare sulle priorità della comunità insomma della genteeeee che qui rischia la disperazioneee mentre che a me me tocca de sta a parlà sempre in televisioneee, che mica è pé te, bada bbene.... intendi chiare le mie paroleeee...... e nun disperamo che se tratto co li giornali tanto che me pare de esse diventato un pollarolo, che mica tratto l'ova seppur la materia è delicata nun ci si deve da dimenticare che io sono e sarò sempre il loro primo cittadino che gli porta il sugo al vaglio dell'Unesco e dei patrimoni dell' umanitateeee. Mo speramo pure er pecorinooo...........nsomma la speranza è l'ultima a morireee.......e ce lo vorrei dire con cotanta stima che wiwa er guanciale che chi ce mette la pancetta la mano je la cionco". Ammazza se me sentirei disperato a nun aveccelo sto sindaco.
10
  • 80
QUICKMAP