Ravenna, truffe con riti, ciondoli e talismani: erborista a processo per truffa

Rifilava ai suoi clienti amuleti e talismani, convincendoli a praticare riti esoterici per scacciare il malocchio. Protagonista un erborista 50enne che a Ravenna è a processo per truffa, come raccontano quotidiani locali. I fatti risalgono agli anni 2012 e 2013. Le sedute dell'erborista-stregone avvenivano nel soppalco del suo negozio, ma spesso dava anche compiti a casa, chiedendo ai clienti di posizionare negli angoli delle stanze specchi, candele, e pietre magiche, che si faceva pagare. Una donna gli avrebbe dato 30mila euro per acquistare alcuni ciondoli e una sorta di bacchetta magica. Nella rete finirono anche la figlia della cliente e il fidanzato: diceva loro di aver avuto visioni di stregoni potenti che avevano fatto fatture.
Gioved├Č 11 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:13

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-01-11 16:51:42
ma possibile mai che nel terzo millennio ci sia ancora gente boccalona, un premio al mago
2018-01-12 10:09:12
Quando ho lasciato l'Italia c'erano orde di maghi, cartomanti e veggenti che infestavano tutte le piccole tv private... evidentemente c'era mercato.
2018-01-11 14:02:35
Finche' ci sono i creduloni che ci cascano...
2018-01-11 11:25:05
tranquillo, tra qualche ti faranno professore universitario
2018-01-11 11:00:21
Molto grave l'estorsione ai meno dotati intellettualmente
5
  • 66
QUICKMAP