Usa, arrestata ex spia della Cia, rivelò a Pechino i nomi di tutti gli informatori in Cina

L'Fbi ha arrestato un ex agente della Cia sospettato di aver venduto a Pechino i nomi di tutti gli informatori che l'Agenzia aveva in Cina e che dal 2010 sono stati arrestati o uccisi: una delle peggiori debacle recenti degli 007 di Langley. Lo rivela il Nyt. L'arrestato, Jerry Chun Shing Lee, 53 anni, ha lavorato per la Cia dal 1994 al 2007. Viveva a Hong Kong ma al suo ritorno in Usa è stato bloccato all'aeroporto Jfk di Ny e accusato di aver conservato illegalmente informazioni sulla difesa nazionale.
Mercoledì 17 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:17

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 50
QUICKMAP