Australia, diciottenne si tuffa per scommessa e viene azzannato da un coccodrillo

Si era tuffato in acqua per scommessa con gli amici dopo una festicciola a base di bevute sul molo di un fiume infestato da coccodrilli nel nordest dell'Australia, ed è fortunato a essere vivo dopo essere stato azzannato al braccio sinistro, riuscendo a respingere il rettile a pugni sul muso con l'altro braccio. È accaduto ieri pomeriggio nel fiume Johnstone presso Innisfail, nel nord Queensland, quando il diciottenne Lee de Paaw aveva raccolto la sfida degli amici di tuffarsi nel fiume. Il giovane è stato tirato a riva dagli amici ed è ora ricoverato in ospedale dove è stato operato per tentare di salvare il braccio.

Intanto le autorità del Queensland hanno recuperato oggi il corpo di un uomo di 35 anni scomparso sabato mentre faceva pesca subacquea da solo 50 km a nord di Innisfail, che si ritiene sia anche vittima di un coccodrillo.
Lunedì 20 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 21-03-2017 12:08

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2017-03-20 16:20:18
In Australia l'uomo è molto lontano dalla cima della catena alimentare..
2017-03-20 15:26:33
Stupido è chi lo stupido fa...
2017-03-20 15:03:43
E a 18 anni prendono la patente!!!
2017-03-20 14:13:15
Fino a quando non entrera' in testa di rispettare la natura, gli animali e i loro spazi accadra' questo. Ma ci entrera' in testa una volta per tutte che gli animali stanno a casa loro come noi stiamo a casa nostra e non vogliono essere disturbati. Ma ci vuole tanto a rispettarli. Eppure hanno da insegnarci molto.
2017-03-20 13:20:05
diceva mio nonno .... gli stupidi campano poco ...
5
  • 277
QUICKMAP