Brexit al via il 29 marzo: la Gran Bretagna attiverà l'art. 50

May
Il meccanismo di avvio della Brexit scatterà il 29 marzo. Lo annuncia Downing Street, secondo la stampa britannica. Per quella data la Gran Bretagna avvierà quindi l'iter per l'uscita dalla Ue decisa con il referendum del 23 giugno 2016. 

Il governo di Theresa May invocherà l'articolo 50 del trattato di Lisbona il quale prevede appunto che ogni stato membro può decidere di ritirarsi dall’Unione europea conformemente alle sue norme costituzionali. I negoziatori hanno due anni a disposizione dalla data in cui viene chiesta l’applicazione dell’articolo 50 per concludere un accordo, ma questo termine può essere esteso. Se in un momento successivo lo stato che ha lasciato l’Unione vuole rientrarvi deve ricominciare le procedure di ammissione. 

È stato l'ambasciatore britannico a Bruxelles, Sir Tim Barrow, ad informare l'ufficio del presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, della data scelta da Theresa May. L'iter prevede la notifica ufficiale all'Ue tramite una lettera firmata dal primo ministro con la quale si dichiara l'intenzione della Gran Bretagna di uscire dall'Unione avviando quindi un negoziato della durata di due anni. «Siamo all'inizio del più importante negoziato per il Regno Unito nell'arco di una generazione», ha affermato in una nota il ministro per la Brexit, David Davis.

La notifica il 29 marzo dell'intenzione di Londra di uscire dall'Ue non rovinerà il summit di Roma e le celebrazioni per i 60 anni dei Trattati, ha detto Angela Merkel oggi ad Hannover a margine della fiera Cebit, come riportato dall'Ap. Secondo Merkel, May aveva sempre indicato la fine di marzo come data per la notifica della Brexit e «non fa alcuna differenza se la notifica arriva un giorno prima o tre o sette giorni dopo». Per la cancelliera l'attenzione su cui dovrà focalizzarsi l'Ue è lavorare sulla Brexit e «rafforzare la cooperazione fra gli altri 27 membri».
Lunedì 20 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 21-03-2017 19:36

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2017-03-21 11:29:37
Molte volte noi italiani ci infliggiamo patemi inenarrabili per come siamo fatti, ma ora l'inghilterra, un paese piccolo piccolo, dimostra il grande attaccamento ai vili privilegi. Loro pensano di trovarsi uno contro uno, ma invece hanno cento contro uno. Non che l'Europa e il Mondo ce l'anno con loro ma il fatto di coltivarsi il proprio orticello li porta ad essere insignificanti, perchè non hanno numeri. Anzi per sottrarsi alla loro deriva isolazionista farà di tutto per attizzare i contrasti in seno alle altre nazioni: quindi pericolosa Che brutta fine faranno, e senza ricevere nessun rispetto.
2017-03-21 09:49:41
SI RITIRINO nel loro isolamento che aspettano?
2017-03-21 09:16:52
Sono curioso di vedere come andrĂ  a finire la trattativa. Tra l'altro aspetto il versamento dei vari miliardi da parte della Gran Bretagna per restituire la montagna di soldi della quale ha beneficiato per 50 anni.
2017-03-21 08:20:48
la May vuol fare la dura....ci sbattera' il muso; il suo e' solo un paese europeo, non piu' un impero colonialista
2017-03-20 21:30:58
non sono mai entrati in europa
18
  • 36
QUICKMAP