Brexit, nuova grana per Theresa May: già 40 Tories pronti a firmare una lettera di sfiducia alla premier

Guai in serie per Theresa May. Il Sunday Times rivela che sono già 40 i deputati conservatori pronti a firmare una lettera di sfiducia nei confronti della premier. Ne mancano davvero pochi: il numero necessario per mettere in discussione la leadership della May e lanciare nuove elezioni interne è di 48 deputati. Sempre oggi, il Mail on Sunday riferisce di una presunta lettera segreta firmata dal ministro degli Esteri Boris Johnson e dal ministro dell'Ambiente Michale Gove, con la quale chiedono alla May di procedere sulla strada di una hard Brexit, un'uscita netta dall'Unione europea. I due esponenti conservatori, esponenti di punta della campagna per la Brexit, spingono per ridurre al minimo i tempi del periodo di transizione successivo alla Brexit, fissando al 20 giugno del 2021 la data del divorzio definitivo da Bruxelles.

Altri grane per la premier verrebbero da Westminster, dove, secondo il Guardian, la premier rischia una bruciante sconfitta entro poche settimane, se non consentirà alla Camera dei Comuni di esprimere il proprio parere sull'accordo finale con Bruxelles per l'uscita dalla Ue. Un'alleanza bipartisan di deputati conservatori contrari a una
hard Brexit e di parlamentari laburisti è pronta a votare contro la May. La battuta d'arresto, che potrebbe costringere la premier alle dimissioni, potrebbe consumarsi in occasione del voto sugli emendamenti alla legge quadro per l'uscita dalla Ue, che riprenderà il suo iter in aula martedì. 
Domenica 12 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 14-11-2017 11:34

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 20
QUICKMAP