Il Cremlino: «Da Trump informazioni sull'Isis? Quelle del Washington Post solo fake news»

Solo l'ultimo caso di «fake news». Così la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha liquidato le accuse pubblicate dal Washington Post. «I giornali americani nell'ultimo periodo non bisogna leggerli: oltre che far male alla salute sono pericolosi», ha scritto su Facebook ricordando di aver annunciato già lo scorso 11 maggio l'arrivo di «scoop» sull'incontro Lavrov-Trump. Le accuse riguarderebbero una presunta rivelazione di informazioni  che il presidente degli Usa Donald Trump avrebbe fatto nell'incontro della settimana scorsa nello Studio Ovale con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.

«Non ci compete, non vogliamo avere niente a che fare con questa fesseria». Così il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov a proposito delle voci secondo cui Donald Trump avrebbe condiviso con Serghei Lavrov informazioni segrete sulla Siria. «È una completa fesseria, qualcosa che non si può né confermare né smentire», ha detto. Lo riporta la Tass.
Marted├Č 16 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 13:58

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-05-17 09:37:18
S e lo dicono i russi che sono maestri nella nobile arte della fake new...
QUICKMAP