Francia, la bomba sulle presidenziali che può cambiare i pronostici

di Marina Valensise
Dopo l’arresto martedì scorso a Marsiglia di due islamisti affiliati allo stato islamico, in procinto di preparare un attentato contro uno dei candidati alle presidenziali, la sparatoria di ieri sera sugli Champs Èlysées, costata la vita a un agente di polizia e a un terrorista, si diffonde il panico a tre giorni dal primo turno delle presidenziali. Cui prodest? A chi giova? È la domanda che corre con malcelato cinismo sulla bocca di tutti. Qual è il candidato che può avvantaggiarsi se non...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 21 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 00:17

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2017-04-21 16:01:57
Ieri sera in TV hanno intervistato un tipo delle banlieu. Parole testuali: "Io voto Macron perchè vuole liberalizzare la mariuana." Chi è dunque il populista?
2017-04-21 16:16:39
ah beh! Allora so' populistica anch'io!!!!
2017-04-23 12:33:46
Macron è un Rotschild economista. Svegliati amico.
2017-04-21 13:53:16
@machecche, aspetto la tua ennesima battuta sui centri asociali, facce ride!!!
2017-04-21 13:36:37
quindi il problema non sono gli oltre 200 morti ammazzati in Francia o come combattere i terroristi ma se a vincere le elezioni sarà o meno il "populismo" (poi cosa cavolo voglia dire "populista" non lo sa nessuno).
11
  • 15
QUICKMAP