Francia, polemiche per una statua di Papa Giovanni Paolo II

di Marta Ferraro
La presenza di una scultura in bronzo raffigurante San Giovanni Paolo II con un'immensa croce alle spalle genera polemiche nella città di Ploërmel, in Francia, che rivendica il rispetto del laicismo negli spazi pubblici.

La statua di 7,50 metri era stata istallata nel 2006 in una piazza della città che conta 10 mila abitanti, ma una decisione del Consiglio di Stato del 25 ottobre ha ordinato che venga rimossa in nome della salvaguardia del laicismo a cui si ispira lo Stato francese, secondo una legge del 1905, che sottolinea che la Francia è una repubblica laica con uno Stato neutro e separato dalle religioni.

"Il problema non è la statua in sé. Il Papa é un personaggio come un altro, potrebbe essere De Gaulle o un altro", assicura Michel Pageot residente di questa regione della Francia, "Ma il fatto di aver collocato una croce lo trasforma in un monumento religioso", osserva l'uomo, come riporta Globo.

"Smettiamola di sentirci in colpa continuamente. La Francia é la Francia e nessuna giurisdizione, ha il diritto di violentare le nostre convinzioni, e soprattutto la nostra cultura", ha dichiarato l'ex sindaco di Ploërmel, Paul Anselin, che si adoperò per far istallare la statua. 

Anselin, di 87 anni, famoso per la sua eccentricità, che ha conosciuto Papa Giovanni Paolo II nel 1987, ora chiede di indire un referendum locale. L'attuale sindaco, Patrick Le Diffon, invece, per ovviare alla questione, intende privatizzare il terreno dove è stata posta la statua in modo tale che non sia applicabile la legge del 1905.
Intanto la polemica si sposta sulla rete con l'hashtag #touchepasmacroix.
Sabato 4 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 16:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP